Blenio Café
Insegnare l'arte dell'ospitalitÓ nelle scuole?
Axel
am: 2.10.2006 0:02
Il turismo Ŕ uno dei principali motori economici del Ticino ed anche nella nostra valle (alberghi, rustici, capanne, impianti di risalita, ecc.). Ne traiamo, direttamente o indirettamente, un notevole beneficio, ma quante volte ci lamentiamo del turista? Vogliamo i suoi soldi, ma lui non lo vogliamo. ╚ vero che molte volte ci immaginiamo il turista come l'italiano che va sul Lucomagno, che non spende niente in loco e ci lascia l'immondizia, o magari lo svizzero-tedesco nostro vicino che ovunque ha messo i famigerati cartelli "Privat", anche se siamo stati noi stessi a vendergli il rustico.
Ma che percentuale rappresenta questo tipo di "turista"? Credo che la maggioranza sia sempre silenziosa, anche fra i turisti, sono quelli che riempono le capanne e i rustici in estate e che lasciano qui un bel gruzzolo.
Ho fatto questa premessa perchÚ credo che bisognerebbe sensibilizzare i nostri giovani sull'importanza di questo settore economico e che per avere successo bisogna essere capaci di vendere anche un "piatto di buona cera", segno di ospitalitÓ. Il turista che si sentirÓ ben accolto ed aiutato, molto probabilmente ritornerÓ o consiglierÓ altri a recarsi nella nostra regione (il buon passa parola).
Fra tante settimane bianche, verdi, autogestite e chi pi¨ ne ha pi¨ ne metta, non ci potrebbe starci anche una settimana dell'"accoglienza dell'ospite"? Non potremmo fare un tentativo nella nostra scuola media?
Insegnare l'arte dell'ospitalitÓ nelle scuole?
Seiten: 1 2
©1999-2018; Das Bleniotal im Internet    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
Web Konzept: Cresedo Tec
Wir übernehmen keine Verantwortung für den Inhalt der Websites, die unsere "Links" vorschlagen.

Die Veröffentlichung von Informazionen, die auf diesem Site erscheinen ist nur mit Angabe der Quelle: www.vallediblenio.ch möglich.