Blenio Café
PARC ADULA
Team Parc Adula
am: 19.2.2014 20:45
Caro Veigia dal Pic, perché non ci spieghi nel dettaglio quali condizionamenti reputi inaccettabili? Ci interessa conoscere da vicino l'opinione e il timore della popolazione e, nel caso, cercare di fugare dubbi o paure.

Per quanto riguarda la durata della Charta e la conseguente possibilità di metterla in discussione dopo 10 anni, non si tratta nè di illusione nè tantomeno di propaganda, bensì, più semplicemente, di democrazia. Sulla quale si fonda il nostro Paese.

Team Parc Adula
Veigia dal Pic
am: 19.2.2014 17:04
Al Team Parc Adula: ma è proprio la zona centrale quella cruciale, che ci interessa maggiormente, con i suoi condizionamenti secondo me inaccettabili, chiaramente scritti n.s.b. Se voi dite che dopo 10 anni di "prova"... si può anche retrocedere (pura illusione e inadatta propaganda...) vuol dire che qualche giustificato dubbio c'è, eccome! Ecco le certezze e le non certezze... A proposito, Fiordaliso: non agitarti che non ha senso: io non ho detto che sono tutti stupidi o analfabeti, termini che hai usato finora solo tu se non sbaglio. Semmai si tratterebbe di "pigri". Vuoi scommettere che qualche pigro c'è da qualche parte? Nel senso buono, s'intende.
Team Parc Adula
am: 19.2.2014 16:58
Caro Alfiero, ci sarà sia un riassunto che una versione integrale in italiano, entrambe disponibili prima della votazione. Il riassunto ha lo scopo di dare uno sguardo generale ma completo sui contenuti della Charta; la versione integrale sarà a disposizione di chiunque volesse entrare nel dettaglio, presso il municipio del proprio comune di residenza.

Team Parc Adula
alfiero
am: 19.2.2014 16:21
Domanda al Team Parc Adula
Ho sentito dire che verrà distribuito un riassunto della carta del parco in italiano. Questo significa che la versione integrale della carta in italiano non sarà disponibile o lo sarà solo dopo la votazione?
Team Parc Adula
am: 19.2.2014 16:17
Caro Veigia dal Pic, l'ordinanza, come affermi giustamente tu, è scritta nero su bianco, ma è altrettanto vero che la stessa ordinanza si riferisce alla Zona Centrale, ovvero quella parte del progetto di parco dove saranno presenti delle restrizioni. La Zona Centrale rappresenta 1/10 della superficie totale del progetto di parco, è bene ricordarlo. A parer tuo i benefici di un parco nazionale e di un conseguente marchio del parco non sono certi; vero solo in parte, e le cifre esposte a suo tempo da Ronny Bianchi inerenti il Parc Naziunal quale confronto sono lì a dimostrarlo. E lo dimostrano anche altri parchi nazionali a livello europeo. Non da ultimo teniamo a ricordare che la Charta del parco, sulla quale gli abitanti dei comuni interessati dal progetto Parc Adula saranno chiamati a votare, ha una valenza decennale; questo significa che dopo 10 anni sarà possibile decidere se rinnovare o meno la fiducia al Parc Adula. A nostro parere un tentativo va fatto.

Team Parc Adula
Fiordaliso
am: 19.2.2014 5:39
… ecco qua sotto il link per accedere alla sotto-citata Ordinanza e all'annesso chiarimento del Consiglio federale.

"Da parte mia dico": so leggere, … ho letto attentamente … e sono "FAVOREVOLE".

Questa idea di far passare per stupidi (al meglio), analfabeti "predicatori da Bar" (al peggio) tutte le persone che si sono dichiarate "favorevoli" al Parc Adula non fa certo onore a chi l'ha scritta. Veigia dal Pic forse faresti meglio a spiegarci cosa c'è scritto su questi documenti che non ti piace (così almeno abbiamo la conferma che li hai letti) prima di dare dello stupido alle persone.

www.parcadula.ch/it/dms/Documenti/ordinanza_parchi...
www.parcadula.ch/de/dms/Documenti/interpellanza_ca...
Gina
am: 18.2.2014 22:44
Ma Marcello, perché sminuisci così questa nostra regione? Mi riferisco al tuo scritto del 8.2.2014. Non ti capisco ...
Veigia dal Pic
am: 18.2.2014 22:04
Credo che Marcello abbia ragione. Da parte mia dico: quasi tutti i "favorevoli" per ora non sanno nemmeno che esiste un'ordinanza ben precisa sui parchi nazionali e non si rendono nemmeno conto dei limiti che la legge prevede per la zona centrale per esempio. Certi predicatori da Bar non sanno nemmeno che esiste un'ordinanza sui parchi e non si preoccupano nemmeno di documentarsi un pochino... A molti ho promesso di inviar loro (quei pigri), almeno un minimo di letteratura da leggere se hanno voglia. Lo farò. I limiti, i divieti e le restrizioni sul territorio del "Parco" li conosciamo (son scritti nero su bianco); mentre gli "effetti benefici" sono solo presunti, in realtà non sono per niente certi.
Moderatrici
am: 13.2.2014 23:09
Cari utenti,
dalla vicina Surselva ci hanno segnalato il seguente servizio, sul Parc Adula. E' in romancio... Bello sarebbe, imparare questa lingua a noi vicina!

www.rtr.ch/home/televisiun/emissiuns/Cuntrasts-sin...
marcello
am: 11.2.2014 21:19
LaRegione, 11 febbraio 2015

Ancora a proposito di Parc Adula...

“La situazione è lì da vedere: negozi che chiudono, ristoranti che faticano, alberghi che traballano o non ce la fanno proprio”. Così ‘laRegioneTicino’ del 3 febbraio 2014. Qualcuno si è forse posto la domanda sulle cause di questa situazione? E per quale ragione l’attività escursionistica nella Valle del Sole funziona egregiamente? In valle non ci sono solo sprovveduti, incapaci, e persone poco propense a promuovere e a vivere con il turista; al contrario c’è gente che dimostra cordialità e apertura nei confronti degli ospiti e di chi desidera vivere la nostra realtà, il nostro territorio.

La prova, è la capacità dimostrata dalle varie società, inclusi anche i patriziati, che grazie all’aumento delle persone che percorrono le nostre montagne hanno saputo adattare le loro capanne, i loro rifugi, rimanendo al passo con i tempi, anche se questi “quasi alberghi” di montagna fanno discutere i nostalgici, quando alcuni anni fa l’andare per capanne era sinonimo di scarse pretese, poco comfort, menù fisso per tutti quanti, e si dormiva nelle ruvide e consumate coperte dell’Esercito svizzero.

Al contrario, gli alberghi del fondovalle sono rimasti al palo, o peggio hanno chiuso, e quelli rimasti aperti, si reggono in piedi grazie alla clientela locale. È il principio causa-effetto. Trovare investitori lungimiranti e coraggiosi in grado di realizzare l’effetto prima della causa è sempre più difficile. Invito dunque a cercare anzitutto la causa, evitando di enfatizzare un semplice marchio del parco, come fosse una bacchetta magica in grado di risollevare la valle attraverso il turismo.

Per tornare coi piedi per terra, occorrono idee in grado di creare valore aggiunto, in grado di generare la tanto auspicata svolta, che potrà produrre anche gli effetti sperati.

Nessuno vuole trasformare la montagna in un Luna Park, nemmeno sfruttarla a mo’ di palestra o quant’altro, ma basterebbe metter occhi e naso fuori casa per rendersi conto di quali sono le attuali esigenze del turista moderno.

Marcello Monighetti
PARC ADULA
Seiten: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98
©1999-2017; Das Bleniotal im Internet    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
Web Konzept: Cresedo Tec
Wir übernehmen keine Verantwortung für den Inhalt der Websites, die unsere "Links" vorschlagen.

Die Veröffentlichung von Informazionen, die auf diesem Site erscheinen ist nur mit Angabe der Quelle: www.vallediblenio.ch möglich.