Blenio Café
Voce di Blenio
Moderatrici
am: 14.8.2007 4:52
Cari colleghi della redazione della "Voce di Blenio",

dal forum di "Blenio Café", vi ringraziamo per aver dato notizia, e addirittura in prima pagina, dell'esistenza di questo forum e della conversazione in atto sul mensile "Voce di Blenio". Speriamo che da questa conversazione nascano nuovi spunti e nuove idee, utili sia per voi che per noi!

Ai nostri utenti, comunichiamo che trovate il link diretto verso il sito della "Voce di Blenio" (ossia www.vocediblenio.ch ) nel nostro sito sotto "Infrastrutture" e poi cliccando sulla categoria "Editoria".
Buona lettura!

Cordialmente,
le moderatrici del BC

PS: a giorni uscirà pure un sondaggio (Cosa pensi?) sulla "Voce di Blenio", sondaggio propostoci da un nostro utente. Continuate dunque a frequentare il sito!
Curite
am: 15.8.2007 3:52
Ciao a tutti,

questa non vuol essere una critica ma piuttosto un punto di riflessione:

da quando sono tornato in Valle di Blenio dopo diversi anni (ahimè più di 14) mi sono accorto che poco o niente aveva cambiato. La Valle di Blenio è restata una valle di provincia senza sbocchi per i lavoratori che ogni giorno prendono la strada per Biasca, Bellinzona o anche più lontano. Per fortuna la "Voce di Blenio" ha sempre tenuto un legame con la Valle quando ero via, ma mi ha sempre lasciato un po' di amaro in bocca perchè si limita a riferire i fatti senza prendere posizione o quando prende posizione è in modo negativo e non costruttivo.

A me piacerebbe che la Valle di Blenio diventi un polo artigianale, contadino e turistico. Ma non un turismo di massa, ma un turismo selettivo che apprezza la nostra peculiarià di valle fuori dai circuiti e dalle vie di transito e per questo tranquilla, piena di storia, di arte, artigianato e naturalistica; peccato che mancano le infrastutture; pochi alberghi, le terme restano un sogno, il Museo di Lottigna ce la mette tutta (un plauso), i rustici, ma non si riesce ad attrarre abbastanza turisti come si vorrebbe e come la nostra Valle dovrebbe e potrebbe riceverne (senza arrivare al turismo di massa).

Perchè non prender esempio dal Caseificio del Gottardo (da noi non mancano le mucche e il latte), dagli agriturismi sparsi in Ticino, e da tante manifestazioni culturarli sparse in tutto il Ticino e che in Valle di Blenio si svolgono con contagocce. Possibile che in Valle (o fuori) non ci siamo finanziatori che vedono nella Valle di Blenio un interesse turistico o artigianale!

Mi piacerebbe una "Voce di Blenio" un po' più vicina all'attualità e un po' più critica verso i vari progetti (non solo il Parc Adula) lasciando tuttavia le rubriche oramai storiche (interviste ad anziani della valle, ecc..).

Una "Voce di Blenio" maggiormente indirizzata verso l'attualità della Valle e le sue prospettive.
alfiero
am: 13.9.2007 18:34
Il prossimo numeo della Rivista3valli sarà un tentativo di fusione con la rivista "Il Biaschese". Così, dall'esterno, la guardo come una mossa che vuole sopperire alla carenza di collaboratori disponibili, carenza che caratterizza di solito queste situazioni, e per ridurre i costi. Il rovescio della medaglia è che la fusione di riviste locali dà luogo ad una rivista un po' meno locale (il prossimo passo potrebbe essere l'assorbimento da parte dei giornali cantonali). Riviera e Leventina hanno varie cose in comune di cui possono benissimo parlare su una rivista di ampiezza 3valli. Blenio invece ha da discutere di problemi di una valle meno industrializzata di loro, giudico quindi positivamente gli sforzi per mantenere ancora viva la nostra rivista vdb. Inoltre vdb ha scelto bene il suo formato: a differnza di altre riviste è grande come un giornale, la si sfoglia come un giornale, la si legge come un giornale, e ci si aspetta quanto di positivo si possa trovare su un giornale.
Fernando
am: 23.9.2007 16:30
Prima incoraggiante constatazione, che ci fa immenso piacere: esistono ancora in valle persone sensibili a queste problematiche.
Avevamo infatti l’impressione che si trattasse di una categoria di persone quasi estinta, considerati gli scarsi riscontri ottenuti su temi che interessano la valle, che il nostro mensile ha cercato di riportare compatibilmente con le informazioni ricevute e con le possibilità concesse alla nostra redazione, dagli effettivi alquanto ridotti.
Riteniamo infatti che rientri negli obiettivi del nostro mensile - oltre che tenere informati gli abbonati (bleniesi residenti in valle, nel cantone, in Svizzera e all’estero, nonché amici e frequentatori della valle) sugli avvenimenti di cronaca politica, di vita sociale e culturale ecc. che hanno lasciato una traccia nel mese trascorso – cercare di
• informare sulle iniziative in discussione o in fase di realizzazione, dando la possibilità ai promotori di presentare l’idea ed ai lettori di intervenie con ossevazioni;
• portare a conoscenza i problemi d’attualità nel momento in cui vengono discussi nei diversi consessi e a vari livelli (con la possibilità quindi, per chi lo desiderasse, di inserirsi nella discussione);
• tener vivo il discorso sui progetti che da tempo immemorabile stanno a cuore ai bleniesi (un esempio per tutti: le Terme) cercando di tenere informati i lettori quando si avverte il minimo sussulto o riportando il tema d’attualità (con nostri interventi, approfittando di interviste con personaggi della valle ecc) quando il silenzio ristagna da troppo tempo.

E’ nostra intenzione continuare in questa direzione, senza avere la pretesa di ritenersi un interlocutore influente se non tramite le opinioni dei nostri lettori. Sicuramente lo potremmo fare meglio, con maggiori stimoli e approfondimenti. E’ quello che cercheremo di fare, tenendo conto delle osservazioni e dei preziosi consigli che ci sono pervenuti e che ci perverranno (anche da Blenio Café).
Nell’immediato futuro, ad esempio, abbiamo l’intenzione di proporre, alcune volte all’anno, dei dossier su temi d’attualità e di particolare importanza, nei quali l’analisi dell’argomento da parte di uno specialista sarà seguita da interventi di alcune persone interessate al tema, e possibilmente di opinioni diverse.
Perché ciò possa concretizzarsi, è però indispensabile che dall’esterno pervengano interventi, argomenti, spunti, opinioni su cui poter dibattere. Gli interlocutori di Blenio Café hanno fatto il primo passo e contiamo su di loro per animare il dibattito, sperando che il loro esempio sia contagioso…

Per il comitato di redazione di Voce di Blenio:
Fernando Ferrari

fabio
am: 18.10.2007 22:41
Personalmente non nutro stima per il mensile per il semplice motivo che la redazione prima di pubblicare certi articoli sotto "La voce dei lettori", dovrebbe capire se lo scritto è per conoscenza di fatti per tutti i lettori o se il contenuto ha solo toni provocatori e personali nei confronti di una persona. Nel mio caso sono stato infangato, io e mia moglie, e ci è stato imposto come poter rispondere dai membri della redazione per non causare una botta e risposta tra chi ha iniziato la discussione. Ritengo che sia giusto ma dovevano lasciarci pubblicare le nostre riflessioni in merito altrimenti non dovevano come principio inserire una lettera dai contenuti offensivi e personali....o tutti galli o tutte galline. Quindi per non arrivare a spiacevoli discussioni pubblicate solo cose importanti e riguardanti la Valle, i problemi, ecc. sensazioni che non tocchi nessuno sulla pelle. La redazione ha sbagliato o no? per me si......
Richi
am: 9.3.2008 20:12
Salve a tutti,
le domeniche uggiose come questa spesso e volentieri invitano alla lettura...
Su "Voce di Blenio" di febbraio, a pagina 5, c'è un interessante quanto... allarmante articolo di Tarcisio Cima sulla Nuova politica regionale. Se le cose stanno davvero così (dette da lui che è un esperto e conoscitore), non c'è proprio di che stare allegri... A meno che, per una volta e per davvero, i comuni delle valli si tirino davvero assieme...??
Se qualcuno ha letto quell'articolo, mi interessava sentire la sua opinione.

Grazie, ciao.
erika
am: 10.3.2008 4:35
Mi riferisco a quanto scritto da Richi.
Anch'io ho letto l'articolo del signor T. Cima ed ecco la mia opinione (o meglio la conclusione che ne ho tratto): se i Comuni della Valle saranno uniti nel presentare progetti concreti e fattibili a vantaggio e per lo sviluppo dell'intera regione, si potrà arrivare ad un risultato soddisfacente. Se questa unione di intenti non sarà possibile... non oso pensare al futuro di questa nostra bella Valle!
Cordiali saluti a Richi e a tutti gli utenti. erika
marcello
am: 10.3.2008 12:43
Il tempo è galantuomo...anche se come estetista fa schifo...
alfiero
am: 19.11.2008 23:33
Salve,

la redazione nel primo contributo di questa converszione chiede le opinioni dei lettori: a me sembra che migliori continuamente, complimenti.

Un'abbonamento a "Voce di Blenio" è una buona idea-regalo di Natale di cui ci si ricorderà almeno una volta al mese.

Buone festività a tutti, alfiero
Richi
am: 20.11.2008 2:34
Bravo Alfiero,
concordo. Da diversi numeri, il mensile bleniese denota un netto miglioramento, di contenuto e anche di forma. Complimenti alla redazione!

Bella anche la tua idea dell'abbonamento in regalo. L'anno scorso ho deciso di procurarmi tutti i regali natalizi in Valle. Ebbene, lavorando un po' di fantasia e pensandoci un po' su, ce l'ho fatta, con grande piacere di chi ha ricevuto i regali (comprese alcune risalite nelle nostre stazioni da sci!).

Buona serata
Voce di Blenio
Seiten: 1 2 3 4 5 6 7
©1999-2018; Das Bleniotal im Internet    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
Web Konzept: Cresedo Tec
Wir übernehmen keine Verantwortung für den Inhalt der Websites, die unsere "Links" vorschlagen.

Die Veröffentlichung von Informazionen, die auf diesem Site erscheinen ist nur mit Angabe der Quelle: www.vallediblenio.ch möglich.