Blenio Café
A proposito di rane e rospi
Alan
am: 22.9.2007 16:07
Mah, anch'io sono un po' scettico su questa soluzione; spero vivamente che possa servire allo scopo per il quale è stata realizzata. La cosa che mi da da pensare è innanzitutto il costo che il Cantone ha dovuto affrontare per realizzare questa opera e in relazione a questo, considerate le vicissitudini che mi sono trovato ultimamente a dover affrontare in merito ad alcuni progetti che stiamo contribuendo a realizzare in Valle, mi chiedo perchè si possono spendere (immagino) diverse centinaia di migliaia di franchi per realizzare i 3 tunnel per le rane e non si riesce ad ottenere dei crediti molto più ridotti per progetti che contribuiscono allo sviluppo economico/turistico della Valle?
marusca
am: 27.9.2007 23:37
Io sollevo ancora una volta il dubbio... e spero che qualcuno me lo confermi:

ma questi interventi "pseudo-econologisti-ambientalisti" sono stati finanziati da Alptransit come contributo per i danni ambientali causati direttamente e indirettamente dal cantiere del secolo????

Aspetto una conferma!
cugi
am: 5.10.2007 15:43
Ciao Marusca,
forse sul GdP di oggi, pagina 14 Bellinzona e Valli, trovi la risposta che cerchi...

Buona lettura, ciao,
mara
Valerio
am: 6.10.2007 17:38
Ciao Giancarlo,
impossibile rinunciare ai cavalcavia per la selvaggina, sia per il mio progetto di PET (Parco Ecologco Terapeutico)
www.de-giovanetti.com/parcoterapeutico/ in quanto il "cavalcavia" è necessario per evitare incidenti sulla cantonale come pure, ed è ovvio, ci vorranno per la Panoramica 51-73 per permettere alla selvaggina di spostarsi comodamente in quanto la strada taglia loro la mobilità per quanto concerne il percorso sul bosco tra la zona Baraccone (Cantonale del Ceneri) e Quartino.
www.de-giovanetti.com/panoramica/
Buon fine settimana a tutti
Valerio De Giovanetti - Biasca
marusca
am: 22.10.2007 14:39
Complimenti a Giancarlo che finalmente ha dato delle risposte concrete...

Ma l'ATG non è praticamente la Confederazione? e quindi sempre soldi nostri???????????????
Richi
am: 19.3.2008 7:45
... sono tornate le rane. Dalle 18 alle 20 o giù di lì... Chissà se dal Ponte Rosso hanno imparato, saltellando, a raggiungere i sottopassi appena (...) un po' più a nord??? :-))
marcello
am: 19.3.2008 13:04
Con impazienza il mondo anfibio sta aspettando la messa in galleria del Ponte Rosso...ehm scusate il bisticcio. La trasferta fino in Leggiüna per attraversare in sicurezza la strada cantonale sembra stia causando problemi di capacità riproduttiva;-))
Richi
am: 20.3.2008 19:53
:-)))
... forse devono mettergli giù dei cartelli indicatori, alle rane... così forse sanno dove andare per attraversare senza pericolo...
marcello
am: 17.4.2009 2:54
Mi sa che ATG, considerato lo scarso successo dei sottopassaggi, sta tentando di cambiare le abitudini agli anfibi che soggiornano in zona Leggiuna, vuoi vedere che al posto di invitarli a recarsi oltre la strada cantonale per consumare i loro amori stanno costruendo nuovi e attrattivi locali con vista lago dove far soggiornare le rane e i loro clienti?
daniele
am: 17.4.2009 16:41
Ri... saluti ai ranologi ed agli altri,

vista la tendenza negativa dell'economia e dei relativi posti d'impiego, come già scritto, sono del parere di inventare qualche nuovo posto di lavoro.

Mettere "in piedi" dei corsi specifici per insegnare ai cari batraci come comportarsi, compreso l'apprendimento a leggere possibili e futuri cartelli di segnaletica e indicazioni varie da posare dove necessita.

In più si creerebbe del valore aggiunto a chi costruirà gli appositi cartelli.
Potrebbe essere più interessante che creare altri posti d'impiego in altri settori??
Chi ha un'idea migliore per incentivare l'economia locale?

E poi; 250'000 Fr. d'investimento sono veramente una bazzeccola per la mastodontica opera di "inquadratura" dei saltellanti animaletti!! Si poteva investire ben di più !!

Aspettiamo notizie
A proposito di rane e rospi
Seiten: 1 2 3 4
©1999-2018; Das Bleniotal im Internet    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
Web Konzept: Cresedo Tec
Wir übernehmen keine Verantwortung für den Inhalt der Websites, die unsere "Links" vorschlagen.

Die Veröffentlichung von Informazionen, die auf diesem Site erscheinen ist nur mit Angabe der Quelle: www.vallediblenio.ch möglich.