Blenio Café
Che genere di informazione?
Gina
inserito il: 5.6.2012 21:04
Leggo che la ex casa Gatti a Marogno è di nuovo in vendita.
Era previsto di insediare là una struttura per giovani in difficoltà provenienti dal Canton Zurigo, ma “improvvisamente tutto si era fermato a seguito di un caso di abusi su giovani ragazzi perpetrati in strutture di altre organizzazioni in Spagna. Ciò aveva fatto sì che la Città di Zurigo, tra i principali sostenitori della Fondazione Enzian, decidesse categoricamente di non più sostenere progetti e case al di fuori del suo Cantone…” (dalla cronaca sito VdB).
Un piccola rettifica mi sembra doveroso: il Blick, quotidiano Boulevard della Svizzera Tedesca, che ai tempi aveva accusato la Fondazione Enzian di questi gravi reati, che hanno portato non solo all’arresto dei lavori a Motto, ma alla cessazione di tutte le attività della Fondazione, ha dovuto, poco fa, scusarsi pubblicamente: le accuse erano infondate, i promotori della fondazione sono assolti (ma in disoccupazione…).
Ora, a parte il fatto che uno può chiedersi lecitamente se ha senso portare dei giovani in difficoltà da Zurigo a Motto, mi sembra un esempio tragico e grave del potere dei media, e di come, con delle false accuse e diffamazioni, si può rovinare la vita a delle persone …
mara
inserito il: 7.6.2012 20:14
Ciao Gina,
grazie per l'importante aggiornamento che fornisci alla notizia. Non ho saputo dell'assoluzione, per cui ti ringrazio. Aggiorniamo la notizia sul sito, anche se il contenuto dell'articolo non verteva propriamente su questa vicenda, bensì sui destini di casa ex Gatti.

Condivido quello che dici in merito alla stampa. Avevo già espresso il mio parere proprio in questa conversazione... no mi ripeto :-)

Ciao, buona giornata
Gina
inserito il: 22.8.2012 15:54
Rapina a mano armato a Malvaglia: un gravissimo episodio che lascia sotto shock la vittima, ma anche chi le sta vicino, e un po' tutta la comunità.

Attenzione però anche qui alle pericolose generalizzazioni troppo facili. La stampa deve assolutamente evitarli, e restare con i fatti.

Copio e incollo dell'articolo del CdT, citato anche nella rubrica "cronaca" di questo sito: "Malgrado lo choc per l'aggressione su­bita, la vittima è stata in grado di forni­re agli inquirenti i connotati dei rapina­tori, che si sarebbero espressi in italia­no con un marcato accento straniero."

E trascrivo dall'articolo de La Regione, uscito ieri, 21 agosto: "Non è vero - ci tiene a precisare la donna (la vittima, aggiungo io) )- che avevano un accento straniero. Si esprimevano in un buon italiano."
mara
inserito il: 24.8.2012 1:41
Ciao Gina
certo, riconosco che, come dici, in questi casi il rischio di strumentalizzazione (da una parte e dall’altra) è molto alto.
E bisogna cercare di evitarlo il più possibile. Spesso ci si trova a dover correre su di un sottilissimo filo del rasoio, col rischio di cadere o di qua o di là…
Confido comunque, proprio perché lo conosco, che il collega del CdT ha raccolto e scritto le sue informazioni in tutta buona fede.
alfiero
inserito il: 11.1.2013 14:08
“Un bel tacer non fu mai detto” dice, sulla prima pagina, il GdP di ieri che non vuole le opinoni dei lettori in merito alla nomina del futuro Vescovo. Parole Sante! ….. Se non fosse che chi le dice non tace ma dice agli altri di tacere.
Che genere di informazione?
Pagine: 1 2 3 4
©1999-2018; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch