Blenio Café
VALLE DI BLENIO, IDEALE PER LE MOUNTAIN BIKES?
Moderatrici
inserito il: 6.6.2008 14:15
Cari utenti e caro... "esercito" di soli... lettori, ;-) (*)

si dice spesso che la Valle di Blenio richiama, proprio per i suoi paesaggi e le sue montagne, molti escursionisti. La maggior parte dei visitatori che soggiornano negli alberghi, soprattutto in Alta Valle, va in montagna.
Da tempo, tra questi frequentatori, ci sono anche gli appassionati di rampichino, o Mountain Bike.

Recentemente è stata lanciata un'idea di progetto su Internet:

www.bleniobike.ch

E voi, cosa ne pensate?

Buona giornata,

Le Moderatrici
Gabriella Zacek e Mara Maestrani

(*) un buongiorno particolare ai tantissimi e simpatici lettori, questa volta diciamo pure in particolare certuni/E della Bassa Valle, sponda destra... chi si riconosce, scriva!!!
;-))
Alcide
inserito il: 7.6.2008 19:41
Care Moderatrici di questo forum vivace,
come mi ha scritto Mara nel suo messaggio e-mail, ci avete davvero presi in castagna lanciando questa conversazione su Blenio Café. Probabilmente il tema Mountainbike (MTB) non offre molto per un dibattito "classico", cioé essere pro o contro per quale motivo ecc. (magari poi gli utenti mi smentiscono; staremo a vedere...). Però è vero che potrebbe servire come piattaforma per proporre idee sulla questione che dovrebbe stare a cuore a molti Bleniesi, e non solo agli appassionati di MTB, e cioé quella riguardante lo sviluppo del turismo in valle e la salvezza delle nostre stazioni sciistiche, che è legata ad una loro attività redditizia anche in estate e non solo invernale (quando lo è...). E qui la MTB può offrire possibilità molto concrete, come cerchiamo si suggerire sul sito "wiki" www.bleniobike.ch (dove tutti possono intervenire con contributi, suggerimenti, idee e critiche!). Vale anche la pena dare un'occhiata ad altre realtà dove la MTB è parte integrante dello sviluppo turistico: visititate ad esempio il sito www.altarezia.eu o il sito www.bikepark.net oppure ancora www.whistlerbike.com. Sono tutti esempi di successo turistico della MTB (nonchè di grande divertimento per tutti gli appassionati di bici, dai bambini agli adulti, dai più prudenti agli "scavezzacollo"...). La Valle di Blenio, integrata nel Progetto San Gottardo, ora diretto da Jean Daniel Mudry, ha tutti i requisiti per diventare un esempio di successo come quelli segnalati sopra (...sottolineo Progetto San Gottardo, perchè l'unione fa la forza - progettuale, finanziaria e di marketing - mentre i campanilismi sono la rovina di ogni tentativo di progetto).
Saluti a tutti
mara
inserito il: 7.6.2008 21:06
:-)))

grazie Alcide, mi piace soprattutto la tua ultima frase… !!!

Penso anch'io che questa delle MTB possa essere una valida carta da giocare (magari assieme ad altre...) per le stagioni estive delle nostre stazioni da sci, e non solo: anche per "collegare" capanne, ecc, ecc. Chi frequenta un po’ i sentieri, si sarà accorto che girano un po’ più spesso, qua e là, gli amanti delle due ruote su montagna.
Senza essere spericolati come voi ;-)) , ci sono in Valle innumerevoli possibilità di pedalare anche su stradine e strade sterrate, senza dover portare il rampichino (che a me dà un certo qual senso di... illogico..., non prendetevela, ok? :-)).

Ad esempio la nuova strada forestale che sale da Camperio a Piancabella, oltre che ad avere una bella pendenza, offre un bel panorama e alla fine (o a metà se si sale a Gorda) c’è pur sempre un ristorante per rifornisi… se poi un giorno offriranno la cioccolata D.O.C bleniese (e daglie!!!), il quadretto è fatto!!! In fondo basta poco per far contenti gli amanti dello sport che ci sono in Valle e/o i tanti che la Valle la frequentano proprio per camminare o pedalare. In genere (poi ci saranno pure le eccezioni…) è gente semplice, senza camicia e cravatta… :-) , che si adatta molto spontaneamente ed si accontenta, non è gente ricercata o complicata. Certo non la devi “spennare” (negli esercizi pubblici ed alberghi), un’accoglienza con un caldo sorriso e un pasto genuino spesso e volentieri sono più paganti. Per il passaparola e l’immagine.

Complimenti per la vostra iniziativa. Io c'ho un rampichino “scrancio e preistorico”, ma fintanto che funziona e visto che ci sono pure molto affezionata, beh, magari seguirò qualche vostro consiglio. Dove non lo si deve portare. ;-)
Alcide
inserito il: 10.6.2008 0:24
A proposito di Progetto San Gottardo, che ho citato nel mio intervento precedente e del quale fa parte anche la Valle di Blenio, ho visto che sul numero di giugno della "Rivista 3 Valli" c'è proprio un articolo di presentazione del suo direttore Jean Daniel Mudry (il quale, a mia sorpresa, ha pure un legame personale con la nostra Valle). Buona lettura.
Gina
inserito il: 10.6.2008 22:51
Trovo l'idea e l'iniziativa geniale, complimenti!

Da sviluppare, oltre ai percorsi Mountain Bike per spericolati e temerari atleti, forse anche dei percorsi soft (come già suggerito anche da Mara).

Geniale anche il ponte per biciclette e pedoni che stanno costruendo a Dongio.

Sarebbe molto bello poter costruire un percorso ciclabile completamente separato dalla strada cantonale anche in Alta Valle, da Olivone a Aquila per esempio, forse utilizzando il sentiero che porta da Olivone a Ponto Aquilesco: adesso il percorso "ufficiale" taglia fuori Olivone (va da Acquarossa a Ponto Valentino, poi su a Largario e porta da lì sulla strada del Lucomagno, sopra Olivone).

Ma ho una domanda: le Autolinee trasportano ancora le biciclette gratis, come facevano gli anni precedenti? Non vedo più le porta-biciclette attaccate ai bus... sarebbe TROPPO peccato!
Qualcuno ne sa qualcosa?
Ciao Gina la ciclista pigra
Martina
inserito il: 12.6.2008 2:14
Ciao Gina,
a quanto pare le Autolinee trasportano ancora gratis le biciclette, e nei prossimi giorni dietro ai bus dovresti vedere di nuovo i porta-biciclette (che per ovvi motivi vengono usati solo nella stagione estiva).
Un caro saluto a ciclisti e non
Martina
Gina
inserito il: 12.6.2008 5:27
Grazie della risposta super-consolante!
daniele
inserito il: 12.6.2008 6:28
Salve a tutti... ciclisti e non

Interessante, anche se la situazione e la dimensione sono alquanto diverse, potrebbe essere quanto si stà facendo a Livigno.
La filosofia che stà alla base del progetto è quella di far scomparire il luogo comune che la Mountain Bike è un'attività per una certa categoria di persone. Il progetto è indirizzato alle famiglie, anche se restano i circuiti, piste eccetera per gli élite.

Conosco bene il progetto e le persone che ci lavorano sù, perché sul sito mi sono occupato di alcune cose, anche se inerenti l'inverno, e la faccenda funziona molto bene. Ripeto, la situazione è diversa, ma magari qualcosa potrebbe andar bene anche per le nostre dimensioni.

Saluti e buone pedalate... a chi pedala.
Alcide
inserito il: 22.6.2008 17:28
Ciao Daniele,
hai colto nel segno. Livigno, che fa parte del progetto Alta Rezia menzionato in un intervento precedente, è un ottimo esempio di come rendere attrattivi e attivi degli impianti di risalita anche in estate.
Saluti
Rudy
inserito il: 2.9.2008 22:38
Sono finito per caso in questo sito... ho sentito che hanno fatto dei percorsi appositi per le MTB... da provare!!!
Conosco realtà simili a quelle sopracitate tipo Pila (Val d'Aosta) e Livigno, posso solo dire che le volte che sono andato c'è sempre stato il pienone... per cui credo possa funzionare!
Vi saluto
VALLE DI BLENIO, IDEALE PER LE MOUNTAIN BIKES?
Pagine: 1 2
©1999-2018; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch