Blenio Café
PARC ADULA
Gina
inserito il: 18.11.2012 22:36
Mah, a me sembra che neanche troppo tempo fa una delle preoccupazioni maggiori, espresse proprio anche su questo blog e da parte del CAS, se non erro, era quella che con il parco non si sarebbe più potuto continuare con le attività delle capanne situate nella zona nucleo, per via di un divieto di voli d'elicottero, e l'altra preoccupazione era quella di non poterle rinnovare in caso di necessità. Populismo e semplicismo è ben altro, a mio parere. Certo non la recente conferenza ad Acquarossa, e in generale non il lavoro svolto dall'Associazione Parc Adula.
marcello
inserito il: 18.11.2012 4:46
Perchè è una affermazione facile e scontata, ci mancherebbe che adesso si mettono a chiudere le capanne per lasciare spazio alla natura.
In Greina negli ultimi 15 anni sono stati investiti svariati milioni.
La gente di Blenio merita delle discussioni più approfondite, soprattutto oneste e trasparenti, mi chiedo per quale ragione si vuole far passare un discorso semplicistico e non si ha il coraggio di esporre i vari problemi che dovranno essere affrontati e risolti.

L'unica persona cha ha avuto il coraggio di dire come stanno le cose è stato il sig.Pizzetti, chapeau!
Gina
inserito il: 18.11.2012 0:59
Perchè?
marcello
inserito il: 17.11.2012 14:45
Serata informativa ad Acquarossa, dichiarazione dei promotori:

"Le capanne non saranno toccate!"

Questo è populismo di bassa lega :(
alfiero
inserito il: 23.5.2012 16:32
Marcello, credo che fai bene a guidare queste considerazioni perché in fondo è dove c’è maggior bisogno di chiarezza, da un lato ci si scaglia contro le abitazioni secondarie, senza tuttavia spiegare che male fanno i nostri ospiti nei loro alloggi di montagna, dall’altra si esalta l’indotto economico del parco senza spiegare se la massa di escursionisti sulle nostre montagne ha una capacità di convivenza, seppur di pochi giorni con il territorio montano nostro. Forse non capisco tutto , ma non è che vorremmo far sparire chi di montagna se ne intende per sostituirli con chi della montagna ha solo sentito parlare e magari ammirando il Sosto pensa che anche in valle di Blenio c’è una piramide di Egitto?
marcello
inserito il: 23.5.2012 2:58
Concordo su quanto scrive Richi, le capanne saranno il vero valore aggiunto del parco, in grado di creare indotto anche nella zona periferica, ma solo se saranno stare al passo e di adeguarsi alle nuove realtà, innanzitutto pensando ad un aumento dei pernottamenti, su questo tema i proprietari attendono dei dati con una certa urgenza da parte dei promotori, occorre poi pensare alle scuole, agli studiosi che vorranno intraprendere dei programmi di ricerca.

Perché non ipotizzare degli accordi con gli atenei interessati? Per queste nuova tipologia di ospiti le capanne dovranno adeguarsi, dovranno avere degli spazi supplementari, soprattutto in caso di cattivo tempo.

Qui di seguito alcune cifre riferite al 2011:
Capanna Terri: posti letto 110, pernottamenti 5539
Capanna Motterascio: posti letto 70, pernottamenti 3226
Capanna Scaletta: posti letto 56, pernottamenti 2397

Considerando la stagione di 90 giorni si ottengono le seguenti % di occupazione:

Terri 56%, Motterascio 51%, Scaletta 48%

Queste percentuali potrebbero far pensare a delle riserve di ricettività, ma la realtà è ben diversa, il grosso dei pernottamenti si registrano durante i week end, e già ora i gerenti si vedono costretti a respingere richieste supplementari.

Ma al di sopra di tutto ciò, occorre dare una risposta alla domanda posta da Maru, che riformulo:

Esiste dal punto di vista ecologico una capacità massima ricettiva senza la messa in pericolo dei delicati equilibri naturali? Se sì, quale potrebbe essere il numero massimo accettabile?
A questa domanda Pro Natura non è stata in grado di rispondere, la giriamo ai promotori.
Gina
inserito il: 22.5.2012 18:44
Purtroppo ho avuto poco tempo ultimamente per seguire il Blenio Caffè e dire la mia...
Ma ho visto che si è tornato a discutere su Parc Adula, con domande anche molto puntuali. Non so se tutti sanno che l'associazione Parc Adula organizza dei "pranzi in fattoria" per incontrare la popolazione, di cui uno questa domenica a Campo Blenio. Sicuramente un'occasione per eventualmente avere una qualche risposta...
www.parcadula.ch/downloads/Parc-Adula-fattoria-ble...
Bisogna iscriversi entro domani.
marcello
inserito il: 20.5.2012 1:21
Programma attività Associazione ParcAdula 2012.

19 Manifestazioni! comprendenti gite di svariato tipo ai fini di scoprire le caratteristiche delle zone coinvolte nel progetto.

www.parcadula.ch/i_page_118_11.html

Ancora, e per l'ennesima volta, le Società Alpinistiche locali, appartenenti alla Federazione Alpinistica Ticinese sono state escluse, nessun coinvolgimento! Come se non esistessero...

Un nuovo ed ennesimo passo nella direzione sbagliata.
marcello
inserito il: 6.5.2012 17:51
Al di là di condividere o meno le idee e le iniziative di Pro Natura, occorre pur dire che i responsabili del progetto Parc Adula hanno rifiutato le proposte di questa associazione, che consistevano nell'appropriarsi di determinate zone, vincolando le stesse alle loro volontà integraliste, rifiutando nel contempo anche il contributo di 1MIO.
lo scriba montano
inserito il: 4.5.2012 15:19
Grazie Signor Weber, grazie Pro Natura che l'ha strettamente appoggiato, grazie cittadini (di città)...

I nostri amici valmaggesi hanno avuto il coraggio di esprimersi e prendere posizione.
Giusto!! e poi noi dovremmo dare il nostro territorio in pasto a chi silura le uniche possibilità di sviluppo e sopravivenza delle nostre regioni periferiche, e vogliono dettar legge su come e cosa fare e cosa non fare!
Ma poi sti cittadini, sono almeno capaci di accendere un caminetto?

Sarebbe ora ed il momento opportuno che tale decisione la prendessero in tanti. Magari potrebbe servire almeno a far chiarezza ed a smuovere le acque.

Ulteriore dimostrazione, dopo l'iniziativa sui canoni d'acqua, che i nostri amici della valle Maggia hanno la capacità di mettere fuori il naso e farsi sentire. Esempi da seguire, se si vuole almeno provare ad ottenere qualcosa.
PARC ADULA
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98
©1999-2018; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch