Blenio Café
cosa fare per la valle?
marcello
inserito il: 24.9.2012 1:56
Dovrà essere un chiodo molto speciale, non ancora inventato!
Basta guardare i risultati del referendum sulla sistemazione della piazza a Serravalle.
alfiero
inserito il: 21.9.2012 17:45
Leggo, con piacere, sull’ultima “voce di Blenio” (Chiodi di carta di Gianfra): “Vorrei, in attesa di un Comune unico …….”, credo che questo chiodo non dovrebbe essere di carta, bensì di buon metallo per poterlo battere in continuazione e decisamente. Chissà se Ascoble, che concordo deve restare per un mandato a breve termine, appunto in attesa di un nuovo comune, si doterà di un buon martello e di un braccio muscoloso per far sentire il colpo?

Buon lavoro ad ASCOBLE.

Buon fine settimana a tutti,
Athos
inserito il: 11.9.2012 3:04
Ciao Marcello, ti ringrazio tanto per i complimenti. A nome del comitato AdS devo dirti che siamo sempre veramente entusiasti e determinati quando c'è da organizzare una qualche manifestazione. La serata del 18 agosto (Vit Matrix) ci ha premiati con un ottimo successo e questo ci aiuta ad andare avanti con ottimismo per i prossimi appuntamenti. Grazie ancora e a presto.
Marcello
inserito il: 7.9.2012 1:08
Progetto Gottardo 2020! Un progetto che coinvolge tutte quante le regioni limitrofe, il tutto si sta rapidamente concretizzando!! Nel bunker sul passo del Gottardo hanno creato un parco tematico con un investimento di 12 MIO. Nel bunker sul passo del Lucomagno ci stanno per rifilare 100 richiedenti l'asilo, i conti tornano...
marcello
inserito il: 20.8.2012 2:59
Un grande plauso agli Amici del Sosto, al suo Presidente, ai suoi colleghi di Comitato e ai numerosi collaboratori per la bella serata che ci hanno regalato sabato 18 agosto, complimenti a chi ha avuto il coraggio di ingaggiare un gruppo di tutto rispetto, con lo spettacolo garantito.
Queste sono le manifestazioni che fanno del bene alla nostra valle, spero tanto sia solo l’inizio, occorre creare la tradizione, e potremo crescere.
mara
inserito il: 25.6.2012 16:42
In effetti, è pur vero che quando si legge di una diminuzione di tasse (anche solo del 5%) la cosa non può che rallegrare. Come hanno fatto nelle passate settimane diversi comuni, anche delle Valli, pure Blenio propone ora - a seguito delle discussioni nate nel corso dell'ultimo Consiglio comunale - di abbassare di 5 punti il moltiplicatore d'imposta.

Di primo acchito ho letto la cosa in modo molto positivo. Poi leggendo il Messaggio municipale e le tabelle allegate, mi sono un attimo ricreduta, trovandomi a fare le stesse riflessioni di chi mi ha preceduta nella discussione qua sotto. E mi son detta che ogni Comune è diverso e in ogni comune esistono premesse e situazioni diverse.

Riferendomi a Blenio, ad esempio, non penso che sarà un 5% in meno di tasse comunali ad attirare nuovi contribuenti nelle nostre 5 frazioni. Dobbiamo essere un po' realisti: per far ciò avremmo infatti bisogno di un maggior numero di offerte di lavoro. Al momento attuale, tra ristoranti, sparuti alberghi, qualche ufficio, le aziende del primario e del settore edile, la FASV e il Centro Gioventù e Sport, sappiamo dove andiamo a finire... Dovremmo anzi investire e credere in quello che c'è già, cercando, almeno quello, di mantenerlo e perché no, migliorarlo!

Non so... questa è solo una riflessione, ma magari aiuti più tangibili potrebbero essere più sensati e ben accolti dalla popolazione. :-)
Buona estate a tutti, mara
Erika
inserito il: 21.6.2012 21:22
Condivido quanto propongono Gina e Marcello, anche se nel mio caso ci "guadagnerei" qualcosa in più della media dei Fr. 3,33! Metto ben volentieri a disposizione qualche franco in più, che non mi cambia la vita, per scopi sociali a favore delle famiglie e degli anziani meno abbienti, per es. - come dice Marcello - per i sacchi della spazzatura a determinate categorie di cittadini.

Per altri progetti non mi pronuncio perchè non sono più al corrente.

Anche se qui si discute dell'abbassamento del moltiplicatore del 5%, l'idea dei "tagli lineari" sulle imposte non è auspicabile, anche se fa presa sulla gente. Risulta poi sempre evidente che i meno abbienti non ne traggono alcun beneficio.
alfiero
inserito il: 21.6.2012 17:47
Infatti, il 12.05.2009 parlando del Progetto Turistico Locale, avevo scritto che i canoni d'acqua andavano in parte devoluti alla nostra economia e non tutti alle casse pubbliche.

copio e incollo:

"C'é un impianto idroelettrico e dovrebbe far parte del PTL. Ne discutiamo principalmente in occasione delle trattative per i canoni d'acqua, ma il concetto dei canoni è sempre e solo pecuniario, difficile scappare dal principio che l'acqua, essendo un bene pubblico, deve fruttare canoni per le casse pubbliche. L'acqua secondo me è si un bene pubblico, ma scorre nel fiume, fintanto che un imprenditore non la utilizza. Allo Stato, quindi, la proprietà dell'acqua e con essa il diritto ad una parte da stabilirsi del canone, ma l'imprenditorialità che garantisce la produzione fa parte del sistema economico bleniese nel quale va reinvestita una parte del canone e dell'utile della produzione di energia. Chi meglio di un collaudato produttore di energia idroelettrica potrebbe guidare la produzione di altra energia? Fosse stato applicato 40 anni fa questo concetto, (qualche lacrima pubblica per i minori canoni incassati) ma oggi ne saremmo avvantaggiati."

saluti
marcello
inserito il: 21.6.2012 14:02
Condivido l'interpellanza di Gina, ci sono molte altre iniziative per favorire chi abita nel nostro comune. Un abbassamento di 5 p.ti è per la maggior parte dei contribuenti irrilevante.

A titolo d'esempio, in base alla tabella riassuntiva dei contribuenti, distribuita dal Municipio, per 367 contribuenti il risparmio confrontato alla situazione esistente (moltiplicatore al 95%) sarebbe di fr.3.33 all'anno!!! Se il comune decidesse di regalare una confezione da 10 sacchi per i rifiuti da 33L, il contributo a favore di queste persone sarebbe di 7 volte superiore!

Non credo che una differenza del 5% possa essere determinante per chi vuole trasferirsi nel comune di Blenio.

Abbiamo bisogno di giovani che intendono mettere su casa e famiglia. Sul territorio comunale esistono dei terreni vincolati a tale scopo, dobbiamo e possiamo fare di più.

Abbiamo pure decine di km di strade non asfaltate in cattivo stato, un investimento porterebbe ad un sicuro risparmio per la manutenzione futura.

Per il momento mi fermo qui.

Buona giornata a tutti
Gina
inserito il: 21.6.2012 6:22
Mi è arrivata la domanda "perchè il comune ha dovuto restituire quei sfr. 677'000.--", cerco di rispondere, sperando di essere corretta. Il comune ha dovuto restituire i contributi di livellamento perchè si sono accumulati troppi utili. Questo perchè 1) sono stati introdotti i contributi di localizzazione geografica delle quali il nostro comune, essendo periferico e molto esteso, approfitta molto, e 2) non si è riusciti a fare sufficentemente investimenti. Da quanto ho capito, gli investimenti in sè non influiscono sull'utile, ma facendoli si può, di seguito, fare gli ammortamenti che incidono su esso. In quanto sia corretta o no questa politica del Cantone (di costringerci a restituire i contributi di livellamento), non vorrei giudicare. Fatto sta, che grazie anche alle lotte per i canoni d'acqua, come comune periferico ora abbiamo una migliore disponibilità finanziaria.
cosa fare per la valle?
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26
©1999-2018; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch