Blenio Café
cosa fare per la valle?
mara
inserito il: 29.7.2016 13:21
... più passa il tempo, più sento e vedo casi reali, più mi viene quel "tremolio" dentro che mi fa mettere le dita sulla tastiera e dire la mia...

Questa l'ho saputa oggi. Da fonte certa. Sennò non sarei qui a scrivere.
Grigioni: un privato acquista un cascinale in montagna. Da riattare. Dopo 2 mesi (non stiamo a disquisire su una settimana più o meno) ha il permesso. Inizia i lavori!

Ticino: quanto tempo? Grazie per una risposta. Infatti nelle prossime settimane, questo tema TI / GR lo affronto da vicino e quindi un vostro aiuto mi farebbe anche piacere, ai fini di un eventuale articolo.

Ritorno al mio cruccio. Supponiamo che abbiamo il Parc Adula ORA. Supponiamo che a Olivone (o Ghirone) nasca un progetto. Supponiamo tra i 2-3 mio di franchi. Supponiamo che un progetto simile nasca a Disentis, o a Vals. Zona periferica Parco. Investimento simile. Chi arriva prima? I milioni dati al PA saranno 10 se non erro... devo controllare per quanti anni.

Potrebbe sembrare una cretinata o che vado a "pesare il fumo" ma in effetti... a tutti... gli effetti e CONCRETAMENTE non lo è. E a guardar bene il Parco non c'entra nulla perché già ORA cavoli la situazione è questa.
E intendiamoci, il mio NON è un discorso CONTRO il parco (sul principio, posso essere d'accordo, ma non son d'accordo di votare su un principio. Noi viviamo di realtà...). Sono piuttosto invece disgustata dalle procedure cantonali - nostre - che stanno letteralmente per soffocare ogni progetto; soffocati dalla carta, dalle disposizioni, dalle leggi, dalle ricerche e dagli studi. E NON AGIAMO, NON COSTRUIAMO, NON CREIAMO INDOTTI REALI.
Questo per le Valli trovo sia molto penalizzante.

Perché mentre noi, nelle valli (dove amiamo abitare) attendiamo delle licenze edilizie e quindi passa il tempo... e passa il tempo... e passa il tempo... in questo tempo qualcuno (il Cantone...) ci porta via tutti i servizi cantonali/pubblici. Nota bene che sempre nello stesso tempo che... passa il tempo, noi paghiamo le imposte...
Nello stesso tempo che passa il tempo, anche nelle città - forse - succede che aspettano assai per avere una licenza o dei permessi. Ma loro i servizi li hanno già. E anche tante comodità.

Scusate lo sfogo...potrei raccontare un altro evento che mi è stato pure riferito oggi, ma mi fermo qui per ora. Per dire... venga pure il Parc Adula, ma a livello cantonale bisognerebbe tornare a dare alle Valli una certa sana autonomia. Potere d'azione; un po' celere... Ci stiamo soffocando con le nostre mani...
alfiero
inserito il: 19.7.2016 17:46
Bellissimo tema quello del sondaggio. Io preferisco guardare verso il futuro non solo perché nel secolo scorso abbiamo avuto 2 guerre, povertà e emigrazione, mentre in quello veniente si spera di averne solo una, e la povertà, quella come quella di allora, manco sappiamo cosa sia, ma anche perché l'istruzione, che le generazioni attuali e prossime hanno il vantaggio di potervici contare. aiuterà la nostra valle a saper decidere cosa fare da grande, per dirla con l'OTR. Anche la nostra valle dovrà affrontare la sfida della globalizzazione, novità (per noi) che come tutte le altre arriva in periferia solo tardi, solo adesso, frammista a rimasugli di ideologie senza efficacia duratura, e la convinzione assurda che senza regole dispotiche in montagna tutto sia in pericolo. Le esigenze primarie della gente sono sempre quelle, i mezzi per soddisfarle sono invece molto progrediti, un solo dubbio: le esigenze "costruite" sapremo noi e sapranno i posteri abbandonarle? Nella misura in cui durerà la libertà l'istruzione saprà cambiare le sorti delle periferie.
mara
inserito il: 19.7.2016 12:53
... il nostro problema in Ticino è che abbiamo troppi uffici, troppa burocrazia, troppi burocrati, troppi studi da fare e da accettare, troppe "scartafazz", troppi classatori, troppe leggi, troppi vincoli, troppo poca autonomia dei Comuni periferici DI MONTAGNA... (quelli cittadini l'autonomia già ce l'hanno o se la prendono, o comunque hanno già le comodità...), troppi uffici da visitare per fare un sentiero da A a B...

Andare fuori dal Ticino e toccare con mano altre realtà a volte è molto interessante... Ma dobbiamo ahinoi accettare la realtà com'è e farci fronte. Mi fermo qui ;-)

...e tutt'al più attendo volentieri delle smentite. Scusate lo sfogo estivo...
Marcello
inserito il: 19.7.2016 11:28
Bene per il sostegno a Bea da parte dei comuni e da parte di OTR.
Ma questa nuova struttura turistica regionale va rivista nella sua struttura operativa.
A parte i soliti discorsi politici, e le paginate di buone intenzioni, a decantare la vocazione turistica bleniese, nulla o poco rimane di concreto.
Mi auguro che il mondo politico locale si dia presto una mossa per ridare alla valle ció che le aspetta.
Gabriella
inserito il: 14.7.2016 18:34
Buongiorno,
Forse questo potrebbe anche essere interessante per la Valle di Blenio:
www.cdt.ch/ticino/bellinzona/159161/s%C3%AC-le-val...
Cordiali saluti
Gabriella
Sara
inserito il: 1.6.2016 9:13
Buongiorno!
Riguardo al progetto Foreignness aggiungo che l'opera "Kamchatka '16", dell'artista Anna Galtarossa, è visitabile presso la Cima Norma dal mercoledì al sabato, dalle 14:00 alle 19:00. Ingresso gratuito.
Tutte le informazioni sul sito: www.lafabbricadelcioccolato.ch/e/kamchatka-anna-ga...
Un saluto cordiale,

Sara Corbino
Assistente alla direzione artistica
Fondazione La Fabbrica del Cioccolato
Gabriella
inserito il: 31.5.2016 17:19
Alfiero, grazie!

Voglio ancora aggiungere la bella inaugurazione del nuovo progetto "Foreigness" alla Cima Norma dove hanno partecipata tanta gente il 24.maggio scorso.

Cordiali saluti

Gabriella
alfiero
inserito il: 29.5.2016 21:13
Il coraggio di osare, il coraggio di rischiare.

Una grande festa a Malvaglia nel fine settimana.

Un impegno agrituristico riuscito negli scorsi fine settimana (caseifici aperti)

Si sente dire di un agriturismo bleniese che fornirà i gelati alla festa Alptransit.

Non è poco. eventi che indicano la strada della crescita.

Complimenti.
maru
inserito il: 12.3.2016 8:56
Ciao a tutti
in Valle di Blenio ci sono tante piccole iniziative che vale la pena di essere vissute!!!

per esempio una visita alla Roulotte del Libro in piazza a Ludiano

www.vallediblenio.ch/vdbi_sondaggio.php

lasciate che i vostri libri impolverati prendano il volo.....

e buona lettura a tutti!
alfiero
inserito il: 6.12.2015 12:11
Mi permetto di copiare uno stralcio del discorso del 1° di agosto 2008, del Signor Martinoli. Capisco che è il tratto locale di un discorso di ampiezza nazionale ( l'intero discorso è a disposizione su questo sito) ma mi è sembrato un inno a quell'imprenditorialità di cui la valle abbisogna e che oggi non viene più abbastanza coltivata da chi preferisce la scelta di una gestione della valle diversa.

"La scorsa settimana, ero appollaiato sulla cima del Simano: vista da lassù la Valle, intensamente verde, sfavillava di sole e trasmetteva un apparente senso di benessere. Ma quali le prospettive per chi ci vive e lavora? Mi sorpresi a contemplare l’ampia conca del Nara, l’estesa superficie del nuovo comune di Acquarossa. Nara-Acquarossa, un binomio più volte evocato in relazione a due progetti: le terme e gli impianti di risalita. I due progetti andrebbero fusi in uno solo, ma non sarebbe sufficiente. Bisognerebbe aggiungerci il sale dell’innovazione, integrando nel progetto le fonti di energia rinnovabili di cui la Valle è ricca: abbiamo un’eccellente insolazione, una vegetazione rigogliosa (ricordo che il contenuto energetico della massa vegetale prodotta annualmente per fotosintesi sul pianeta è 6 volte superiore a quello dell’attuale produzione annua di greggio), l’acqua, il vento. Potremmo fare della Valle un modello d’avanguardia che miri non solo ad attirare utenti e turisti amanti di un ambiente a misura d’uomo, ma anche a suscitare il loro interesse, la loro ammirazione, la loro curiosità: potremmo essere considerati dei pionieri. Non è un problema tecnico, ma una scelta di società. Una visione, certo, ma ispirata dal desiderio di scoprire una nuova forma di autonomia: appunto, come quella del 1291. L’affido alla vostra riflessione."
cosa fare per la valle?
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26
©1999-2018; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch