Blenio Café
INSEDIAMENTO DEL SUPERMERCATO LIDL A BIASCA
Giorgia
inserito il: 26.2.2007 2:30
Trovo che il parere di Marcello è molto realistico e arguto!
Ma io credo che se il risparmio va a discapito della qualità, allora non sono d'accordo.
I prodotti a basso prezzo sono probabilmente anche non sempre di buona qualità... e sono anche un incitamento allo spreco.
Io ho paura che queste grandi catene tirino l'acqua al loro mulino.....
marcello
inserito il: 20.2.2007 13:31
In tutta sincerità non me la sento di esprimere un parere negativo al sondaggio lidl sì-lidl no. C'è pur sempre di mezzo il borsellino, e se riesco a risparmiare qualche franco benvenga il supermercato.
Vi è una legge di mercato alla quale oggi nessuno sfugge, e nessuno di noi è in grado di cambiare, nemmeno gli interventi statali, che a lungo termine si rivelano puntualmente inefficaci.
Gli esempi positivi di chi è riuscito a profilarsi e/o ad infilarsi in una nicchia ancora libera non mancano, per questi benvenga la solidarietà vallerana, anche se certamente insufficente per garantirne il futuro.
carla
inserito il: 16.2.2007 0:11
Ciao Bruno! La nostra mini...tavola rotonda sarà ristretta, ma basta che sia ...buona.. in tutti i sensi!! Vedo che già di buon mattino hai in mente i buoni prodotti della mazza! Complimenti, sei troppo forte! Scherzi a parte, penso che il discorso su "quello che consumiamo o mangiamo" sia molto importante. È molto ampio e interessante e può allargarsi su numerose problematiche come la biodiversità, la salvaguardia della nostra identità locale, ecc. Tutti piccoli-grandi gradini che potrebbero migliorare la nostra salute personale e quella dell'intero pianeta.
bruno
inserito il: 15.2.2007 12:42
Sebbene il numero dei partecipanti alla ... tavola rotonda... sia...ristretto, condivido quanto detto dai vari utenti. Carla in particolare. Un motto deve essere fatto nostro . "Dalle piccole cose, nascono grandi cose". E allora? Incominciamo a far circolare la nostra voce e, soprattutto, a mettere in pratica quanto e cosa... pensiamo di fare concretamente per la salvaguardia delle piccole entità. Avanti, ad esempio, con i prodotti della...mazza nostrana (uhm!!!) facendo attenzione al colesterolo!!!
carla
inserito il: 13.2.2007 16:08
Sono d'accordo con Mara; adesso non è il caso di mettersi a fare una campagna contro una realtà che nolenti o volenti ha già preso il sopravvento. L'intento è di far circolare la notizia di questo futuro arrivo, di discuterne e di sentire cosa ne pensa la gente, di renderci attenti su queste nuove (insidiose) realtà, soprattutto in prospettiva degli impatti che avranno sulla nostra valle. In sostanza dobbiamo incoraggiare e sostenere i nostri piccoli produttori, commercianti e artigiani della valle... in maniera concreta! Io credo che bisogna lavorare sul buon senso....
mara
inserito il: 13.2.2007 5:29
Baloss, mi stai caricando di "legna verde"??
Scherzo, si può fare sicuramente! Però penso che ora come ora (in fondo il negozio ancora non c'è, o sbaglio?), forse è meglio aspettare un po' gli eventi. A tempo debito si può fare un mailing mirato di sensibilizzazione. Intanto teniamo d'occhio come va il sondaggio attuale, il cui tema del nuovo supermercato Lidl è stato proposto proprio da una nostra amica utente del sito. Questo sondaggio ci darà una piccola idea di come la pensa un po' la gente, almeno quella che ha accesso ad Internet, che frequenta il sito e che ha il coraggio di esprimersi (questa volta anonimamente nel sondaggio!) ... quindi, in Valle, ancora un po' pochina... :-))
Ciao, grazie per i tuoi apprezzamenti del BC. Ci spronano a continuare!
mara
bruno
inserito il: 13.2.2007 3:28
Condivido i vari commenti che si sono "sviluppati" attorno all'argomento Lidl.
Nutro seri dubbi sulla possibilità di far qualcosa.
Però, adesso che ci penso, varrebbe forse la pena mettere in moto la macchina organizzatrice magari sotto il motto "Speriamo di non incontrarci al Lidl".
Se ciò fosse allora... predicheremmo bene e ... razzoleremmo male.
Mara: un mailing in questo senso potrebbe forse aver successo. Perchè non provare?
mara
inserito il: 9.2.2007 0:18
Complimenti al collega Simone per il bel commento alla notizia della Lidl sul mensile Tre Valli.
Grazie Carla per la segnalazione.
Settimana prossima mettiamo on-line il sondaggio sulla questione Lidl. Sicuramente non riusciremo ad impedire che questo colosso tedesco si installi a Biasca. Ma faremo nel nostro piccolo un po' di sensibilizzazione... :-))
Su altre tematiche forse più importanti (sanitarie) so per certo e posso ulteriormente verificare, che grazie ad Internet e ad un mailing mirato, in Valle Poschiavo hanno salvato l'Ospedale! Mo' mi informo meglio. Dobbiamo "stare in campana" anche noi qua in Valle...
Se ci legge qualche amico di quelle parti, ci illumini...!!! :-))
marco
inserito il: 8.2.2007 19:07
Molto brevemente per dire che sono solo parzialmente d'accordo con l'ultima osservazone di Marcello. Conosco purtroppo delle persone che, se lasciate libere di operare a modo loro, creerebbero in breve tempo un immondezzaio invivibile. D'accordo sulle libertà ma alcuni "paletti" devono essere messi (regole stabilite da chi ovviamente vive in montagna e non da chi, come dici, la frequenta solo durante i fine settimana di bel tempo).
carla
inserito il: 7.2.2007 22:42
Ancora... un suggerimento per una breve lettura: andate a p. 24 della Rivista Tre Valli febbraio '07 (arrivata oggi), dove c'è l'articoletto "Biasca, Un nuovo supermercato" e più sotto l'interessante commento di Simone Berti in merito all'argomento Lidl.
INSEDIAMENTO DEL SUPERMERCATO LIDL A BIASCA
Pagine: 1 2 3 4 5
©1999-2018; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch