Blenio Café
WC pubblici...o quasi....e buon senso
marcello
inserito il: 22.7.2010 5:34
Da oramai più di un ventennio, a favore di Olivone-Comune di Blenio, nell’ultimo cassetto della scrivania del Municipio si sono accumulati vari progetti, interpellanze e altro, volti a risolvere il problema di un gabinetto pubblico inteso quale servizio ai numerosi passanti e villeggianti che frequentano la nostra valle e in particolare il nostro comune. Si dice infatti spesso che il nostro è un “comune con forte vocazione turistica”, o almeno così lo si vorrebbe far passare.
Non è dato a sapere se questi progetti e intendimenti siano stati di recente rispolverati, ma sta di fatto che all’improvviso all’esterno del Polisport è sorto un WC pubblico, 1 solo e per giunta chiuso a chiave! Lo stesso, essendo unico, si presume sia destinato a donne e uomini e bambini; il tutto al servizio di una particolare cerchia di frequentatori del vicino parco giochi, e chissà? magari in futuro anche destinato a chi scende dal torpedone di turno per poter soddisfare quegli irrinunciabili bisogni fisiologici di ogni comune mortale.
Tutti conosciamo i problemi legati a questo tipo di servizio, soprattutto sappiamo anche quali possono essere i costi per mantenere in uno stato perlomeno accessibile e decoroso questa infrastruttura.
E sappiamo anche che presso il Polisport, i gabinetti pubblici già ci sono da ormai un quarto di secolo e sono pure oggetto di meticolose cure da parte dei gerenti dell’omonima osteria.

Ora ci si chiede cosa abbia portato il Municipio di Blenio a questa decisione di voler creare un doppione, per giunta incompleto, con tutti i problemi del caso.

Attendiamo lumi
WC pubblici...o quasi....e buon senso
Pagine: 1 2
©1999-2018; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch