Blenio Café
Terme di Acquarossa
Gina
inserito il: 1.11.2010 4:34
Non induce alla fiducia! ...
Damiano
inserito il: 23.11.2010 0:45
Quando è stato costruito il nuovo ponte sul Brenno, verso la fine degli anni '80, sono stati fatti dei sondaggi per la costruzione dell'opera ed è stata trovata la famosissima acqua rossa e a quanto pare in "grandi" quantità.
La mi domanda è: perché non si rifanno dei sondaggi, in modo da evitare il monopolio assurdo che una famiglia esercita sulla nostra preziosa acqua?.... Possibile che sia solo io ad avere certe info :-)))
Richi
inserito il: 8.1.2011 3:48
Buonasera a tutti,
leggo le info della cronaca dopo le vacanze... Speriamo che tutto vada avanti, che sia la volta buona! Mi piace crederci!

Sarebbe bello avere qualche informazione in più riguardo a quanto dice Damiano, dati sicuramente interessanti. Che lascia però un po' pensare, è che sembra che Vitala sia intenzionata ad andare avanti, con o senza acqua termale (acqua di Acquarossa insomma...)...

Buona serata
Richi
inserito il: 21.1.2011 18:18
Bene!
...mi sta invedendo la curiosità!

Buona giornata a tutti
Martina
inserito il: 28.1.2011 19:13
Commento personale allo studio di fattibilità (vedi www.vallediblenio.ch/vdbi_cronaca.php ):

1 La clientela mirata è formata da uomini d’affari, famiglie con bambini, persone o gruppi che ricercano il benessere. (Tralasciando il fatto che mi chiedo se le famiglie con bambini che conosco io potrebbero permetterselo, immagino che le coppiette o gli uomini d'affari in cerca di un po' di relax non facciano i salti di gioia trovandosi bambini che corrono di qua e di là per l'albergo... Solitamente le strutture pensate per famiglie con bambini tendono ad escludere o limitare altri tipi di clientela, o no?).

2 Si calcolano tra le 600 e le 800 presenze giornaliere [...] realizzare un progetto che si integri comunque bene con la natura e il paesaggio circostanti (sììì, 4 gatti > 600 persone, sarà molto naturale).

3 E’ previsto pure un piccolo eliporto. (E pö mò cosa?!)

4 La popolazione locale potrà accedere alle piscine e alle cure. (Ahahah, bellissima! Ma ci prendono in giro?!)

5 Il golf ci voleva proprio, ma mi sembra che manchi un salone di bellezza per cani...

Detto questo, preciso che non sono affatto contraria alle Terme, anzi! Ma non stanno esagerando un pochino?! Voi cosa ne pensate? Mi piacerebbe sentire l'opinione di qualcuno che ha letto con piacere i risultati dello studio!

Saluti a tutti,
Martina
Richi
inserito il: 28.1.2011 19:36
Ciao Martina...
... mi devo riprendere dallo shock.... poi ti dirò la mia... forse... :-)
Cristian
inserito il: 29.1.2011 0:16
Se le cose stanno così, io non ci stò!

Stamattina a colazione, l’argomento di conversazione tra me e mia moglie è caduto inevitabilmente sul nuovo progetto per le terme di Acquarossa presentato ieri. A parte che il pane, burro e marmellata ha rischiato di andarmi di traverso nella foga della discussione, a mente un po’ più fredda vorrei proporre alcune riflessioni in merito:

1) Che bello! Un altro progetto che viene dal basso…

2) Ottime le sinergie da sviluppare con il progetto di Parco Nazionale. In effetti, se non si potrà più andare a piedi sulle nostre cime situate in zona nucleo del futuro Parc Adula, si potrà magari andarci in elicottero direttamente dal centro termale, e poi magari farsi un bagnetto quando si rientra (tanto in valle siamo tutti milionari…).

3) Ci pensate, tra i 4 o 5 ristoranti in progetto ce ne sarà sicuramente uno che proporrà “pane, crenga e nostranello di Ludiano”; così almeno ‘sto territorio bleniese potrebbe fornire qualcosa di buono (ci permettono anche di andare a fare il bagno, se proprio lo vogliamo, quindi cosa vogliamo di più…); purtroppo, dato il target della clientela, le uova di storione e la vinificazione metodo Champagne da noi non ci sono…

4) Nei prossimi anni, ci sarà sicuramente un boom di bleniesi nei corsi per adulti di russo, cinese o arabo.

A parte il sarcasmo, come Martina non sono contrario alle terme, anzi. Trovo che in valle si stanno portando avanti tanti progetti validi, dal Centro Pro Natura Lucomagno al Parc Adula (che deve ancora assestarsi, ma sono sicuro che col tempo anche la comunicazione migliorerà e il consenso verso il progetto aumenterà), passando dal rinnovo del centro di Campra, al progetto di nuovo caseificio dimostrativo, senza dimenticare la FASV, il museo di Lottigna, ….

Tutti i progetti che ho citato hanno però una particolarità: cercano tutti (chi più, chi meno), di inserirsi nel tessuto economico, sociale e ambientale della Valle. Quel che non mi quadra del progetto di nuovo centro termale (anche se non sono a conoscenza di tutti i dettagli), è che sembra di un’altra categoria di impatto economico, sociale e ambientale, per inserirsi nel tessuto già presente: per spingere un po’oltre questa analogia con il tessuto, non vorrei che questi dovesse lacerarsi inevitabilmente. In una regione a debole potenziale di sviluppo economico come la nostra (come ci classificano in quel di Berna), infatti, l’equilibrio tra sviluppo economico, responsabilità sociale e protezione ambientale (che sono poi i tre pilastri di base del fantomatico sviluppo sostenibile) è assai delicato, e il calcare troppo su di un polo rischia di rovesciare gli altri due.

Non bisogna quindi avere paura di essere critici verso un progetto che, sebbene molto ambizioso, rischia di essere spropositato per la nostra realtà. Troppe volte ci si viene a dire che ci lamentiamo troppo, che non sappiamo cogliere le occasioni quando si presentano, che guardiamo sempre e solo nel giardino degli altri, ma d’altra parte non dobbiamo dare il nostro assenso come boccaloni appena qualcuno venuto da chissà dove ci scuote un sacchetto di soldoni sonanti davanti alla faccia. Spero vivamente di sbagliarmi per il futuro; in ogni caso, per il momento, se le cose stanno così, io non ci stò!
Richi
inserito il: 29.1.2011 0:59
...nooooooooooooooooo!!! Christian no cavoli! Ti sbagli di grosso! Con l'elicottero sulle cime non ci potrai andare, perché Berna ha vietato lo spazio aereo sopra la Greina, a tutti i velivoli...

Per quanto dici per tutto il resto, concordo. Non nascondo che il progetto così come presentato mi fa un po' paura...

Quando mi passerà lo stremizio, mi spiegherò meglio...

Buona serata e spero hai digerito la colazione... :-)
Martina
inserito il: 29.1.2011 1:16
Concordo al 100% con l'ultimo paragrafo di Cristian!

Tra l'altro, mi sfugge la logica nel costruire un edificio Minergie con eliporto annesso: esistono forse elicotteri ecologici della cui esistenza non sono al corrente? D'altra parte, è anche vero che non immagino i miliardari abbassarsi a fare uso delle nostre Autolinee come tutti i comuni mortali...

Per intanto vedrò di godermi la cena senza farmela andare di traverso... Buon appetito!

Martina
Fabio
inserito il: 29.1.2011 3:08
Direi finalmente qualcosa che si muove, ma mi raccomando abbiate fiducia e lasciate lavorare pacificamente qualcuno che crede in un progetto, non vi accorgete che siete ridicoli a discutere su un eliporto o il numero di Ristoranti... Se calcolano 600-800 persone al giorno pensate che tutti ci stanno al Ristorante della Stazione o al val Sole?...
Dunque cercate di essere positivi, vi pongo soltanto una domanda, quando tanti anni or sono è stata costruita la Cima Norma non pensate che era sta realizzata troppo grande? Quando è stata realizzata la chiesa di Negrentino, non pensate che era una immensa costruzione? Tutte le belle ville che ci sono a Semione non pensate che erano sovradimensionate?
... E allora cercate di vedere le cose con un occhio positivo e non sempre rompere le palle alla gente che cerca di fare qualcosa, scusatemi ma pensate un po' cosa siamo stati capaci di fare con le baracche di Acquarossa o con altre cose che non siamo stati capaci di valorizzare.
Spero che domani mattina potete fare colazione pacificamente
Fabio
Terme di Acquarossa
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18
©1999-2018; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch