Blenio Café
Voce di Blenio
Fiordaliso
inserito il: 19.7.2014 21:27
Caro Richi, “criticare” di per se non è un fatto negativo … anzi un’importante esercizio di civiltà … personalmente se la critica è costruttiva la trovo un fatto positivo. Se vuoi criticare quanto scrivo io non mi offendo ... faccio tesoro della tua critica.

Ci tengo poi a sottolineare che ho esordito il mio post corrispondendo il mio rispetto e apprezzamento per VdB e i sui articolisti. Di certo non ne faccio una questione di “nomi” e “cognomi” come sembri fare tu, a me interessano le idee.

Poi con il medesimo rispetto ho articolato una mia critica, che credo legittima. Non mi aspetto che tu o nessun altro la condivida, ma rimane la mia critica a VdB.

L’articolo della RegioneTicino che citi l’avevo letto anch’io, me lo ero dimenticato. Si tratta di una replica di alcuni “favorevoli” ad un precedente articolo di alcuni “contrari”. Fai bene a rammentarlo in quanto questo è un buon esempio di come dare spazio ad entrambe le parti (il mio plauso alla RegioneTicino e chiedo scusa per averla citata senza causa).

Citi anche la rivista del Parc Adula, che ha dato voce ad alcuni “favorevoli”, ma ti dimentichi di dire che nella rivista han trovato spazio anche alcuni “contrari”. A parer mio un altro buon esempio.

Ma il punto discusso su questo forum (intitolato “Voce di Blenio”) è proprio il fatto che la VdB non ha dato spazio ad entrambe le parti, ma solo ad una (e se leggi sotto noti che non sono il solo ad averlo notato). A mio parere questo non è un buon esempio e posso solo augurarmi che la redazione della VdB vi ponga rimedio. Con questo spirito indirizzo a VdB la mia critica (che credo costruttiva).

Mi dispiace che trovi questa discussione "arida" - io no: per me è importante in quanto credo genuinamente che in un dibattito si ascoltino tutte le voci. Se poi tu trovi questa conversazione “arida” nessuno ti obbliga a prendervi parte (Blenio Café offre molti altri validissimi temi).
Richi
inserito il: 19.7.2014 19:08
Leggo nella Rassegna stampa del sito www.parcadula.ch : il 25.01.2014 laRegione ha dato spazio ai favorevoli (in risposta a delle voci critiche).
E di pareri di favorevoli, lettere dei lettori e interviste a gente comune (vedi anche sulla rivista del Parc Adula) ne ho letti parecchi. E non li ho dovuti cercare col... lanternino. :-)

Fiordaliso si farebbe intervistare??? Nome e cognome? Why not? Tante volte è facile criticare l'uno o l'altro ma poi quando si tratta di mettere il proprio nome e cognome, domicilio, età in pubblico...

www.parcadula.ch/it/Rassegna-stampa/Rassegna-Stamp...

Ma, per concludere, sinceramente trovo molto "arido" questo scambio di post: ossia: non penso che questa "diatriba"del voler "misurare" i cm2 concessi da VdB a una parte o all'altra ci porti a qualcosa di costruttivo. Più costruttivo, logico e intelligente sarebbe che certe domande trovino le risposte (o dei tentativi di risposta) e forse anche da parte dei contrari o scettici non ci sarebbe questa esigenza - più che legittima e comprensibile se è stata manifestata - a... "manifestarsi"....
Fiordaliso
inserito il: 19.7.2014 18:36
Non credo che nessuno su questo blog se la sia presa con VdB, personalmente voglio sottolineare che ho grande rispetto e apprezzamento per la testata Voce di Blenio e per il lavoro di Mara e Vilmos.

Ciò non toglie che anche un/a giornalista può essere criticato (ci mancherebbe, son mica una razza a parte). La mia critica era semplice: se volevano essere imparziali potevano interessarsi anche delle opinioni di coloro che sono a favore di Parc Adula e non solo dei contrari. E specifico di nuovo che per me i "favorevoli" non sono i promotori, ma quei Bleniesi che per una ragione o per l'altra sono favorevoli al progetto.

Parc Adula alcuni mesi fa ha organizzato un dibattito pubblico nel quale ha invitato ad esprimere le proprie ragioni due favorevoli e due contrari. Ognuno ha potuto esporre il proprio, pensiero in piena libertà. Forse la VdB ha già pianificato questo, forse la mia critica (che è intesa come parte di un processo costruttivo) sarà spunto di riflessione e darà vita ad un maggior interessamento di VdB per quei Bleniesi (e mi permetto di credere sono tanti) che credono in Parc Adula ... e non solo a scettici e contrari.

Io voglio conoscere anche le ragioni di quelli contrari e plaudo un/a giornalista per farsene carico ... dico anche però che in quasi 15 anni di progetto le ragioni di scettici e contrari le ho lette sui quotidiani, sui settimanali e sui mensili, le ho sentite alla radio e alla televisione ... pensa un po' le ho anche sentite al cinema (documentario di M.Gandolfi se non ricordo male) ... e trovo che l'articolo di Mara non ha aggiunto niente a quanto già si sapeva. Il pezzo è assolutamente legittimo e se Mara e Vilmos credono utile pubblicarlo per rinfrescare la memoria ai Bleniesi, che lo facciano, ma a mio avviso non aggiungono niente di nuovo.

Io però conosco un ristoratore, un impiegato, una mamma, un papà ... in Valle di Blenio, e so che sono a favore del Parco ... ma nessuno, ne Mara, ne Vilmos, ne la RegioneTicino, ne il CdT, ne il GdP, ne la RSI si è mai preoccupato di chiedere loro perchè credono in Parc Adula.

Per cui chiedo a Vilmos (che so legge questo forum): Vilmos tu mi sai dire per quali ragioni un ristoratore di Olivone crede in Parc Adula? ... mi sai elencare le sue ragioni? ... come giornalista ti interessa saperlo? ... e se ti interessa saperlo perchè non gli lo hai mai chiesto?
alfiero
inserito il: 19.7.2014 8:20
Ma qui stiamo parlando di persone che non parlano! Perché non parlano? Ci sono tanti mezzi di comunicazione a portata di tutti, perché non vengono usati? Perché prendercela con Voce di Blenio? Ci sono tanti giornalisti, perché il loro interesse è scarso e non vengono mobilitati? Domande al direttore sul sito del parco? una ogni lustro o giù di lì. Io ho dovuto richiamare la risposta e attenderla circa un mese. Una situazione in cui chi ha a cuore la valle si sente in dovere di esprimersi anche provocatoriamente per avere risposte. La poca volontà di dialogo di troppi fa pensare che il parco non interessi a nessuno ….. Insomma oggi il parco appare come un bella donna che vedi in tele ….. tutta virtuale, nulla dal vero, ma pare dirti lo stesso: poverino perché non mi prendi?

Il tempo per il dialogo e il confronto fra opinioni diverse e per l’arrangiamento dei problemi che ne scaturiscono, che doveva servire anche per una carta del parco consona alla volontà della gente, è ora scarso. Perché non diamo avvio a qualcosa di democratico? Vogliamo affidarci ad una visione di democrazia sui generis che ritiene tutto democratico solo perché la legge dice che ci vuole una votazione popolare?

Se è così buon lavoro ……
Gina
inserito il: 18.7.2014 22:44
Marusca, secondo me in ogni caso è un approccio difficile, che non condivido. Mettiamo che tra due mesi VdB fa un altro servizio, con interviste a quattro favorevoli. Per me andrebbe bene, ma comunque, in tal caso, i contrari potrebbero dire: siamo più vicini alla votazione, e hanno dato tutto questo spazio ai favorevoli. Non avrebbero tutti i torti.... Proprio non capisco il motivo della scelta di intervistare unicamente persone contrarie. Alimenta l'immagine che il Parc Adula sarebbe una cosa "calata dall'alto", impostaci da Berna o, almeno, da una politica lontana "dalla gente": a parlare a favore del parco sono politici e i promotori, mentre la popolazione è contraria.
Io sono convinta che anche tra la popolazione "normale" ci siano parecchie persone che vedono nel parco un'opportunità. Ed è peccato e ingiusto non dare voce anche a loro, così tutti potevano riconoscersi. Il giornalismo forma l'opinione pubblica e ha una grande responsabilità.
maru
inserito il: 18.7.2014 18:48
Visto che manca ancora molto al momento della votazione popolare, sono sicura che Voce di Blenio darà spazio anche alle voci favorevoli al Parc Adula.

Spero che il dibattito si animi un po' e che le perplessità e i dubbi sollevati dalle persone critiche possano trovare risposte...

Diamo fiducia alla redazione del nostro mensile!
Gina
inserito il: 18.7.2014 16:32
Concordo con Fiordaliso, di regola leggo volentieri la VdB, ma questo "dossier" (?) sarebbe stato molto più informativo ed equilibrato se fossero state intervistate due persone "comuni abitanti" (senza ruoli istituzionali o altri) favorevoli e due contrarie. Per par condicio.
Fiordaliso
inserito il: 17.7.2014 17:38
Presumo che il post di Richi qui sotto si riferisca all’articolo di Mara Zanetti di alcune settimane fa e alla recente precisazione di Vilmos Cancelli su VdB.

Certamente anch’io concordo con l’opinione espressa da Richi – la libertà d’opinione è sacrosanta, così come è sacrosanta la libertà del/la giornalista di raccontare la sua versione delle cose. Poi sta ad ognuno di noi anteporci alle cose dette e scritte e farcene un’opinione (che è anche una nostra libertà sacrosanta).

Permettetemi però un’osservazione (ed esercitare così la mia libertà di pensiero ed espressione). Una domanda che mi son fatto leggendo l’articolo di Mara Zanetti e le successive parole di Vilmos Cancelli. 

Ma le persone (anche loro fatte di carne e ossa, che vivono nelle case e discutono nei bar della Valle di Blenio) e che sono a favore del parco qualcuno si è mai preoccupato di intervistarle? … io faccio veramente fatica a ricordarmi un solo episodio sulla VdB o su altra testata. 

Si intervistano i “promotori”, si “intervistano” i “contrari” (e di questi ne ho letto in abbondanza - inclusi i contrari che non è affatto vero non vedono mai le loro opinioni stampate).

… ma a rappresentare i cittadini “favorevoli” (attenti alla distinzione: non i "promotori") chi ci pensa?

Vilmos Cancelli potrà correggermi e indicare dove la VdB in passato si è preoccupata di dare voce ai “favorevoli” nello stesso modo in cui ha dato voce ai “contrari”, e a quel punto la mia domanda sarà ampiamente soddisfatta.

Altrimenti credo che - esercitando la mia libertà di opinione - mi sento libero di indirizzare una mia critica alla VdB, per aver mancato di rappresentare per molti anni quella fetta di popolazione in Valle di Blenio che genuinamente è “favorevole” al progetto.
Richi
inserito il: 17.7.2014 11:15
La libertà d'opinione è stata una grande, faticosa conquista della nostra civiltà. Certo va usata in modo intelligente e costruttivo. Ma non è nascondendo i pareri diversi dai nostri o peggio ancora "far finta che non ci sono" che si contribuisce alla crescita e alla democrazia.
La linea adottata dal mensile vallerano è più che corretta. Complimenti al capo redattore.
alfiero
inserito il: 16.7.2014 20:15
Ciao a tutti,

Avere un mensile in valle che rimanesse indifferente ed incapace di animare il dibattito e l’informazione su di un progetto voluminoso, ormai quindicenne, che va a toccare il territorio, le istituzioni e la gente sarebbe stato imperdonabile, anzi direi che getterebbe qualche dubbio sulla sua completezza.

Ha fatto bene, secondo la mia modesta capacità di giudizio, Voce di Blenio, per la penna di Vilmos Cancelli a mandare a dire ai bravi censuratori che continuerà, da posizione neutra, a promuovere il dibattito e l’informazione. Scommetto che noi Bleniesi siamo in tanti a desiderarlo.

La novità, ora chiara, scontata da un pezzo, è che a volere l’informazione sono gli scettici e i contrari, mentre a non volerla sono i favorevoli e gli addetti ai lavori.
Voce di Blenio
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7
©1999-2018; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch