Blenio Café
SCONTRI AUTO-SELVAGGINA IN VALLE DI BLENIO
marcello
inserito il: 20.12.2007 12:55
Buongiorno,

a mio modo di vedere dovrebbero intervenire le autorità cantonali, per di più l'ufficio caccia e pesca e l'ufficio delle strade fanno parte dello stesso dipartimento, quest'ultimi si sono semplicemente limitati a posare una infinità di cartelli indicanti pericolo selvaggina, come se chi passa giornalmente già non lo sapesse..., con una spesa sicuramante maggiore della posa di questi catarifrangenti. Un discorso da fare anche con le compagnie assicurative che potrebbero trarre dei vantaggi...
E le autorità locali? Dopo le fusioni la loro forza contrattuale dovrebbe essere stata incrementata, almeno così qualcuno raccontava...

Buona giornata a tutti!
Vito
inserito il: 20.12.2007 14:26
Recintare tutte le strade non è possibile, oltre che i costi il problema che si pone è quello dell'abbeverarsi della selvaggina.
Potrebbero, con una spesa irrisoria, issare sui cartelli già esistenti degli accorgimenti, sarebbe meglio di niente.
Buona giornata a tutti

vito
sebasch
inserito il: 15.1.2008 23:22
Salve a tutti, sono un neofita di questo caffé...

Leggendo un po' qua e un po' là, e vedendo i tipi di strade della Valle di Blenio, mi viene in mente un reportage di qualche giorno fa della TV svizzero-tedesca proprio sugli incidenti con i selvatici.
Morale di tutto ciò: moderare sempre la velocità nei tratti noti per l'alto rischio di selvaggina, e assicuratori dixit non cercate di evitare nei casi più improvvisi, ma solo frenare e colpire in pieno l'animale, così che l'assicurazione paga e il rischio di carambola e quindi di farvi male viene ridotto.
Paradossale no?

Allora perchè non coinvolgere le assicurazioni presso le autorità competenti, per il nostro bene e anche il loro, come già fatto anche in Argovia?

saluti
Sebasch
mara
inserito il: 16.1.2008 0:37
Ciao Sebasch e bevenuto in questo forum!

non ho ben capito cosa hanno fatto gli argoviesi con gli assicuratori. Vorresti magari precisare??

Grazie, ciao
mara
sebasch
inserito il: 25.2.2008 22:58
Beh gli assicuratori hanno fatto installare su alcuni tratti dei sensori che dovrebbero allontanare i selvatici dalle careggiate. Non so esattamente come ma sembra che gli investimenti quasi milionari siano stati quasi interamente ammortizzati dalla riduzione di incidenti, in un anno...
mara
inserito il: 26.2.2008 4:15
Ciao Sebasch,
grazie per la tua risposta.
Hai magari delle informazioni in più, ossia ad esempio su quali tratte di strada (da quale paese -> a paese all'interno del Canton Argovia) sono stati posizionati questi sensori? Come sono i sensori e come funzionano (che sono assai cari, lo abbiamo capito!...) o hai magari anche dei dati o statistiche sulla diminuzione effettiva degli incidenti?
Non che queste informazioni interessino particolarmente a me, ma magari possono essere utili per qualcuno che ci legge. Da cosa nasce cosa. Il nostro forum, in fondo, serve anche a questo!
Attendiamo allora con piacere altre tue informazioni!
Ciao grazie, buona serata,
mara
marcello
inserito il: 27.2.2008 12:53
...qualche cosa s'è mosso...

Sulla tratta Torre-Acquarossa ho notato numerosi catarifrangenti applicati ai lati della strada...speriamo in bene

Buona giornata a tutti
mara
inserito il: 27.2.2008 14:46
Grazie per la positiva segnalazione!

Sarebbe magari carino sapere chi ha posato i catarifrangenti.

Così... tanto per dirgli o dir loro Grazie per aver contribuito alla salvaguardia dell'incolumità di persone e animali.

ciao, mara
alberto
inserito il: 27.2.2008 23:52
Mi sa che fanno poco questi catarifrangenti..... se ci fate caso prima di Grumo su un albero un selvatico ha mangiato la corteccia girando in giro al catarifrangente sopra e sotto....
Sembra quasi una presa in giro....
Saluti a tutti e attenzione ai selvatici.
cinzia
inserito il: 27.1.2009 14:00
Buongiorno.
Sembra che ora del problema si stia proprio interessando la Federazione ticinese dei cacciatori, che sta studiando la possibilità di piazzare dei sensori. In certi posti, come la Vallemaggia, sembra infatti che ci sono purtroppo più caprioli uccisi dalle auto che non dai cacciatori. Senza contare il grande rischio e pericolo per gli automobilisti stessi.
Speriamo che poi l'iniziativa sia fatta a livello cantonale.
Saluti.
SCONTRI AUTO-SELVAGGINA IN VALLE DI BLENIO
Pagine: 1 2 3
©1999-2018; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch