Blenio Café
ELEZIONI IN BLENIO, TACITE PER IL MUNICIPIO?
Egidio
inserito il: 23.2.2008 23:09
A conoscenza del quotidiano "La Regione" e anche dalla vostra cronaca vallerana, che l'attuale sindaco non si ripresenta più, salvo ripensamenti dell'ultima ora, è impensabile una elezione tacita. Per quanto ne sono al corrente, gli attuali screzi sono nati fra componenti dell'attuale PLRT. Forse ritengo che sia giunto il momento anche di scoperchiare certe pentole. Per un'elezione tacita e sentito che l'esecutivo lavorava bene, mi ero già espresso precedentemente.
Cordiali saluti.
Richi
inserito il: 23.2.2008 7:16
Gina sei doppiamente forte!!
Gina
inserito il: 22.2.2008 21:13
... semmai è un'opinione personale, ma non vedo cosa abbia a che fare con la provenienza geografica di una persona!
Per me si poteva anche fare l'elezione tacita nel comune di Blenio, visto che è da poco tempo in carica. Ma così non sarà, e allora mi sembra però importante mettersi a disposizione dei vari partiti. Troppe persone brontolano, ma d'altra parte non vogliono esporsi. Peccato.
gior
inserito il: 21.2.2008 19:15
Un'elezione NON tacita dà la conferma se la legislatura è ben avviata o no. Senz'altro è un punto di vista personale che magari in altre Valli o da nuovi domiciliati viene visto diversamente.
erika
inserito il: 21.2.2008 2:09
Alla domanda iniziale delle moderatrici rispondo che sono d'accordo con l'elezione tacita del Municipio. E' infatti una questione di continuità: visto che la legge non permette di restare in carica per 5 1/2 anni (vedi risposta Mara 13.2.) ma bisogna andare alle urne a scadenze regolari, in questo caso non vi è nulla di anti-democratico circa una rielezione tacita. Nessuno impedisce comunque ai cittadini che lo ritenessero opportuno, di presentare una o più liste entro i termini fissati e allora si faranno le elezioni. Personalmente ritengo più sensato lasciar portare avanti quanto avviato dagli attuali municipali, permettendo loro di restare in carica per il prossimo quadriennio. Di fronte ad un'elezione tacita, non mi sentirei per nulla lesa nei miei diritti democratici.
Cordiali saluti a tutti. erika
gior
inserito il: 19.2.2008 2:03
Vito ha pienamente ragione, un'elezione tacita non ha niente in comune con la democrazia. Ci vogliono cambiamenti ma decisi dai cittadini.
mara
inserito il: 14.2.2008 2:58
Ciao Gio,
la tua partecipazione al nostro forum mi fa veramente molto molto piacere e ti ringrazio! Sei la/il benvenuta/o ! ;-)

Ti rispondo con la mia opinione personale.
Io penso che, con il senno di poi..., la soluzione più logica avrebbe potuto adottarla il Parlamento cantonale quando a suo tempo aveva approvato il progetto di aggregazione in Alta Blenio: allora si sarebbe potuto decidere per una legislatura di 5 1/2 anni (il nuovo comune, come tutti sanno, e diventato operativo "solo" nell'ottobre 2006), e così non ci sarebbero stati "problemi" e discussioni. Se, come dici tu, qualche municipale o consigliere intendeva mollare prima per una ragione o l'altra, ci sarebbero stati i subentranti.

Per la tacita: forse l'idea della tacita ha "toccato" maggiormente il Municipio dato che questa compagine si trova a lavorare con una frequenza molto regolare, ogni settimana o ancora più spesso, e l'importanza di un "buon ambiente di lavoro", sereno e collegiale (il disastroso esempio assai poco edificante di Bellinzona insegna...), è importante, soprattutto in questa fase. Una fase dove forse, secondo me, contano maggiormente le persone, il loro carattere, la loro volontà e buon senso a favore del Bene pubblico che non tanto i colori prettamente partitici.
Del resto, se non erro, ci sono già stati casi di elezioni tacite negli Esecutivi e non nei Legislativi. Quindi, ma appunto, questa è la mia personalissima opinione, credo si possa fare una tacita in uno e una votazione nell'altro. Il tutto dettato da questa particolare contingenza del "solo" anno e mezzo operativo, trascorso finora.

Ho detto la mia, grazie di cuore per aver avuto il coraggio di esprimere la tua su BC e a presto!!
ciao, buona serata, mara
gio
inserito il: 14.2.2008 0:41
Care moderatrici,
il tema è tanto "caldo" che tutto è silenzio... almeno qui!
Vuol dire che l'interesse per questo tema è nullo? E allora mi butto... anche se forse non dovrei... ma arrischio di dire la mia.
Dopo un anno e mezzo non si potevano fare tacite sia le elezioni per il Municipio che per il CC? Se un municipale o un consigliere comunale "gettava la spugna" i subentranti erano lì tutti freschi per iniziare il quadriennio!
Ma perchè Municipio tacito sì e CC no? Vi sembra logico? Chi mi ha preceduto nella discussione voleva le votazioni... dare la voce al popolo... democraticamente... ma sia per Municipio che per CC. Getto pertanto la palla ai Presidenti dei partiti: o tutto tacito, o eleggiamo... senza paura!
Vito
inserito il: 7.2.2008 15:16
Un'elezione tacita è poco democratica, vuol dire precludere ai cittadini di mettersi in discussione.
saluti vito
Egidio
inserito il: 6.2.2008 23:09
Naturalmente le elezioni tramite voto creano sempre molto interesse in più nella cittadinanza. Se i partiti che siedono ora nell'esecutivo sono d'accordo per una rielezione, lavorano bene e c'é concordanza reciproca, sarei d'accordo per un'elezione tacita. Sarebbe anche più economico per la cassa comunale.
ELEZIONI IN BLENIO, TACITE PER IL MUNICIPIO?
Pagine: 1 2
©1999-2017; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch