Blenio Café
CANONI D'ACQUA ALLE VALLI?
daniele
inserito il: 3.6.2008 4:17
Bene,
aspettiamo a vedere quali sono le argomentazioni del Governo.
Comunque, se così è come stampa cita, l'aumento corrisponde a 4,4 Mio, l'importo dei canoni d'acqua a circa 50 Mio.
Ed i 45,6 Mio restanti?? o almeno la metà dove vanno?
E poi i 4,4 Mio a chi andranno, veramente ai Comuni che regalano l'acqua?

Resto dell'opinione che ho in precedenza espresso.

In attesa... e, fiducia nei membri del gruppo iniziativa di Frasco
marcello
inserito il: 31.5.2008 12:38
Copio e incollo da TIO.CH
BELLINZONA - I direttori dei dipartimenti delle Finanze e Economia, Laura Sadis e delle Istituzioni, Luigi Pedrazzini, accompagnati dai collaboratori, hanno incontrato questo pomeriggio a Bellinzona i promotori dell’iniziativa dei Comuni per una diversa ripartizione degli introiti derivanti dai canoni d’acqua.

Nel corso della riunione sono stati presentati i contenuti del progetto di revisione della Legge sulla perequazione finanziaria Intercomunale (LPI) che, a mente del Governo, potrebbe fungere da controprogetto indiretto all’iniziativa sui canoni d’acqua.

Il progetto di riforma prevede in particolare un aumento del contributo per la localizzazione geografica che passerebbe dagli attuali fr. 5,6 milioni a oltre 10 milioni. Nelle modalità di distribuzione del contributo per la localizzazione geografica, le norme del progetto di riforma tengono sostanzialmente conto degli obiettivi dell’iniziativa dei canoni d’acqua.

I promotori dell’iniziativa si sono riservati di approfondire le proposte e di far conoscere la loro posizione. Nell’ambito della breve discussione hanno sollevato in particolare due aspettative: il riconoscimento della realtà patriziale nell’ambito dell’utilizzazione dei contributi per la localizzazione geografica e l’ancoraggio di questo contributo a una percentuale fissa di proventi cantonali per i canoni d’acqua.
daniele
inserito il: 12.5.2008 5:10
...ho dimenticato, (ma forse non ho capito bene...)

Le cifre indicate corrispondono alla metà degli introiti relativi ai canoni. La quasi totalità degli importi è generata dai comuni e territori delle alte valli, dove l'industria di qualsiasi genere, turismo compreso va come va; altre risorse... sono lì da vedere; fino a che tengono ancora un po' i sussidi all'agricoltura di montagna, poi anche qui... patatrak.

Il Cantone spinge per le fusioni, ed in forza maggiore tra i comuni di montagna. Tanti poverini fanno un poverone!

Una buona ripartizione di quanto sopracitato non sarebbe doverosa e politicamente corretta?? E magari uno spunto e stimolo migliore per parlare di fusioni??

Rinnovo la richiesta, chiedo lumi!
daniele
inserito il: 12.5.2008 4:48
Salve a tutti,

il rapporto del gruppo di lavoro che si è chinato sul tema (basta che non si sia chinato troppo e di conseguenza preso il sonno!!) cita:
A) nell'introduzione: i comuni che hanno presentato l'iniziativa e cioè Bedretto, Bignasco, Calpiogna, Cerentino, Corticiasca, Dalpe, Frasco, Gerra Verzasca, Gordevio, Lavertezzo, Lavizzara, Moleno, Mosogno, Palagnedra, Vergeletto e Vogorno. Hullallà, nessun comune della nostra Valle che ha voluto farsi sentire, a meno che la Valle di Blenio non fa parte del Ticino, ma questo mi sembra di averlo imparato a scuola che era così tanti ma tanti anni fà quando ancora non c'era il Ticino ma c'erano da noi certi Vogt che venivano dal di là del Monte. O forse non ho imparato bene.
B) al capitolo C 12: le motivazioni per respingere l'iniziativa... Hullallà un'altra volta!
C) sempre al C b aa 14: l'importo annuo complessivo da distribuire ai comuni (Fr 26'520'000) con la tabella di quali comuni secondo loro prenderebbero troppo e diverrebbero troppo ricchi... E' forse un reato vendere invece di regalare le proprie ed uniche risorse??
D) nei seguenti: si parla degli effetti, delle conseguenze, ripercussioni, eccetera, sulle perequazioni orizzontali, sulle compensazioni verticali... e su quelle oblique?? tanto la compensazione intercomunale ha fatto acqua da tutte le parti, la nuova perequazione finanziaria, in buon dialetto... bofich sü!
E) in particolare al 29: si fa l'esempio di quanto riceverebbe il nuovo comune di Blenio (Fr. 1'955'000 all'anno) invece dei probabili, magari, forse, chissà, eccetera, promessi Fr. 14'000'000.

Non sarò tanto bravo a far calcoli, tanto meno (per non dire nullo) in questioni politiche: non sarebbero meglio Fr. 1'955'000, sicuri e tutti gli anni, che promesse che poi non vedremo?? Anche arrotondando un po' la cifra per difetto, visto che il Cantone dice di sostenere dei costi inerenti i corsi d'acqua. Mi sembra che tali costi li avrebbe comunque e magari maggiori, nel caso non venisse prelevata l'acqua e fatta scorrere in tante gallerie a favore delle partnerwerkers che fanno la corrente.

Chiedo lumi: a che punto siamo; su che cosa non ho capito niente; ed altro...

elettrici saluti
Moderatrici
inserito il: 11.3.2008 18:01
Cari utenti e lettori,
Giancarlo, un nostro attento utente di BC, ci ha inviato dei dati e dei documenti inerenti un paio di tematiche del nostro forum, dati relativi in particolare alla portata del fiume Brenno e alle Centrali idroelettriche ticinesi (portate, potenze, produzione, consumi, concessioni, proprietari, partecipazioni del Cantone, ecc). Non potendo pubblicare su BC queste tabelle e questi dati un po' specifici, Giancarlo molto gentilmente li lascia a nostra disposizione per eventuali interessati. Chi volesse riceverli, non deve fare altro che contattarci all'indirizzo bleniocafe@vallediblenio.ch

Le Moderatrici
mara
inserito il: 6.3.2008 3:25
In relazione al tema "canoni d'acqua" e all'iniziativa di Frasco, gli ultimi articoli ufficiali apparsi sulla stampa cantonale risalgono effettivamente allo scorso ottobre 2007:

www.vallediblenio.ch/documenti/canoni_acqua.pdf

(Fonte: Archivio CdT)

Resta ora da vedere cosa si è mosso negli ultimi 4 mesi o se le... acque sono rimaste ferme.
marcello
inserito il: 5.3.2008 12:58
Chi l'avrebbe detto...la Regione Tre Valli a suo tempo ha espresso parere contrario all'iniziativa!

www.regionetrevalli.ch/File%20PDF/Comunicati%20Sta...

Ora il Governo cita un controprogetto, del quale non ho trovato traccia nella rete, gli iniziativisti sembrano d'accordo e pronti a ritirare il loro progetto.

"chiedere 100 per ottenere 10..."

Buona giornata
Richi
inserito il: 4.3.2008 6:04
Bene, almeno quel documento non è scomparso dal DFE... :-))

Però è un po' vecchiotto (2005)...
L'articolo qua sotto, apparso allora sulla stampa cantonale, risale al 20 ottobre 2007. Poi non so se da allora ad oggi è ancora successo qualcosa di rilevante...
Se qualcuno lo sa, ci aggiorni!

www.legaticinesi.ch/index.php?option=com_content&a...
marcello
inserito il: 4.3.2008 1:06
Per chi volesse approfondire propongo la presa di posizione del gruppo di lavoro cantonale. Naturalmente di parte

www.ti.ch/DFE/DR/UE/Osservazioni_Iniziativa_canoni...

Buona lettura
Richi
inserito il: 2.3.2008 15:53
Carini questi sensi figurati! :-))

... cambiando genere e categoria di animali, io ho sempre pensato che noi delle valli siamo un po'... "polli" a lasciarci sfuggire questa ricchezza, soprattutto coi tempi che corrono e correranno... :-((

E' che, da quel che ho capito, in Governo la Sadis non la pensa molto diversamente dalla Masoni...

Ma le Leggi le fa o rifà il Parlamento. Solo che nel lago-parlamento ci sono molti pesci grossi che vivono agiatamente nei bei laghi accanto alle città e mangiano i pochi e sparuti pesci piccoli che vengono dai nostri fiumi. Pesci piccoli che, stando alle informazioni ittiologiche di Marcello, proprio nei laghi delle città depongono le loro uova. Uova d'oro. O quasi...

Mah... continuiamo a pescare...
CANONI D'ACQUA ALLE VALLI?
Pagine: 1 2 3
©1999-2018; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch