Blenio Café
VOTAZIONI COMUNALI - candidati bleniesi: fatevi conoscere!
Arturo
inserito il: 9.4.2008 19:40
Ha ragione Marcello, le donne battono i maschi 5 a 0, altro che la finale di coppa svizzera!...

Non sto a presentarmi perché è una vita che sono in politica e chi più, chi meno, conoscono i miei difetti e pregi.

Vorrei solo esortare i maschi, specialmente i giovani a proporre le loro idee.

Il futuro si erge davanti a noi con tutte le sue incognite, non lasciamoci spaventare, guardiamo in faccia la realtà e uniti indipendentemente dal colore politico, cerchiamo di risolvere i nostri problemi con lungimiranza in un'ottica di apertura regionale.

Oltre al turismo che è un tassello importante nel contesto economico della nostra regione, pensiamo anche ad altre attività non meno importanti che devono essere mantenute e consolidate.

Dobbiamo cercare di promuovere le iniziative che potranno creare nuovi posti di lavoro, qualche cosa si è fatto ma molto resta da fare, dovremo cercare delle nicchie di mercato consone ad un insediamento nelle nostre zone periferiche.

L'informatica ha fatto passi da gigante e oggi lavorare nelle
nostre zone fuori mano per determinate professioni è diventato più facile.

Cari giovani candidati, mi piacerebbe sentire le vostre opinioni in merito.

Concludo con li mio motto: Responsabilità, Passione, Concretezza.

Un cordiale saluto a tutti

Arturo
Ursula
inserito il: 10.4.2008 1:39
Hei Marcello, che cavolo stai facendo?

Scusami tanto, allora mi devo mettere ad elencare tutti i maschi a livello federale o politico o altro che non fanno le cose come dovrebbero?
Ma che senso ha sta cosa? Che stai a dire?

Il problema è forse donna? Cosa stai a dire? Ma vogliamo essere costruttivi, oppure ti metti a fare la battaglia in base al genere?

Io credo che se vogliamo che lo spazio pubblico sia a disposizione di tutti alla pari, quindi intendo in ugual misura e senza che l'uno prevalichi l'altro, questi discorsi non dovrebbero nemmeno esistere.

Ma mi chiedo che senso ha una cosa del genere, mostra solo un problema di pancia, e pregiudizi di fondo.
A chi mai verrebbe in mente di stilare una lista di maschi per le loro mancanze solo perchè maschi? Ma a chi cavolo mai verrebbe in mente? A nessuno perchè sono cose senza senso, e questo dovrebbe valere anche sull'altro versante.

Quindi io direi: facciamo sentire candidati e candidate! La politica è per tutti, in nome delle pari opportunità.
Atanasio
inserito il: 10.4.2008 2:46
Arturo ha ragione di esortare i giovani ad esporre le proprie idee, ma alla fine delle ferie lei li ha mai ascoltati??
Mi puzza tanto di slogan elettorale...
Auguri ai meritevoli..

Giovane inascoltato

Atanasio
marcello
inserito il: 10.4.2008 13:00
Cara Ursula,

evidentemente facciamo tremendamente fatica ad intenderci.
Si da il caso, e questo non certo per colpa mia, ma una rivendicazione femminile, che il gentil sesso in politica sia sottorappresentato.

I fatti e le notizie della cronaca recente stanno mettendo in risalto una serie di elementi negativi dove purtroppo sono protagoniste delle donne.

Lo spazio pubblico, e non solo, è disposizione di tutti, non ho mai detto il contrario.

Nessuna battaglia preconcetta e nessun pregiudizio… ci mancherebbe… ma solo una semplice constatazione.

Quindi ripeto la domanda? Il problema è forse donna?

Mi aspetto delle risposte migliori possibilmente meno emotive…

Buona giornata
Ursula
inserito il: 10.4.2008 13:45
E io mi aspetto domande più adeguate e meno fondate sul pregiudizio!
Domande che già contengono elementi di senso comune e stereotipi non hanno ragion di risposta. Si rispondono da sè.
Se trovi qualcosa di meglio poi posso tentare di rispondere!

Evidentemente hai difficoltà a far passare i tuoi messaggi! Tu invece cerca di essere più emotivo, che forse certe domande non ti passano nemmeno per la testa.
Invece di passare il tempo a far la conta di quante M e quante F ci sono sul forum, prova a leggere i nostri contenuti e a dibattere su questi.
Gianni
inserito il: 10.4.2008 14:16
Saluti a tutti gli utenti di BC, mi chiamo Gianni Rebai, abito a Corzoneso Piano, sono coniugato e ho tre figli.

Visto il parziale di 5 a 1 ho deciso di entrare in campo...battuta a parte devo ammettere che non ho una grande passione per il pc e internet che utilizzo quasi esclusivamente a scopo professionale, il mio tempo libero lo dedico soprattutto alla famiglia alla quale tengo molto, alle varie attività sportive che pratico, alla lettura e... alla politica !

Non mi ritengo un candidato "giovane" ( mi spiace per Arturo che tra l'altro mi conosce giä bene ) non tanto per l'anagrafe ma per militanza politica in vari enti e istituzioni. Infatti ho fatto parte per dodici anni del municipio dell' ex comune di Corzoneso dei quali otto con la funzione di sindaco. Da quattro anni sono nel consiglio comunale di Acquarossa con il ruolo di capogruppo per il PPD e faccio parte della commissione edilizia e di quella di pianificazione.

Mi ricandido in quanto ritengo di poter contribuire ancora con un certo entusiasmo, al buon funzionamento del nuovo comune, il quale ha dimostrato in questa prima legislatura ( quanto esposto nella serata info per la popolazione lo conferma) di avere avuto volontà, intraprendenza e iniziativa.
Cosciente tuttavia che purtroppo non si possa stravolgere molto, visto la limitata autonomia decisionale che caratterizza un comune finanziariamente debole come il nostro.

Per ora mi fermo qui ma mi ripropongo di eventualmente ancora intervenire su tematiche specifiche che riguardano il futuro di Acquarossa nei prossimi giorni.

Grazie per l'opportunità, buona giornata - Gianni
Gina
inserito il: 10.4.2008 18:37
Ursula mi ha preceduto con quello che replica a Marcello, al quale richiedo anch’io di rivedere i suoi pregiudizi nei confronti di donne al potere, aggiungendo che finora, in posizioni simili, gli uomini hanno fatto infinitamente più danni – anche perché sono infinitamente più numerosi al potere. Dopo c’è da dire che è chiaramente sempre soggettivo ciò che si giudica un danno o un merito – agli esempi di “comportamento femminile inadeguato” portati da Marcello potrei rispondere con diversi fatti recenti di cronaca che certamente non fanno onore al sesso maschile…. Ma non lo faccio, perché non ha alcun senso.
E lascio la parola agli altri candidati, e ai giovani, sì, perché dicano ciò che pensano e si lascino coinvolgere nel dibattito.
marcello
inserito il: 10.4.2008 19:24
Nessunissimo pregiudizio…anzi :-))

Ho posto solo delle semplici domande conseguenti a dei fatti di cronaca, e da Ursula ricevo delle risposte esasperate.

Che fra M e F ci siano delle differenze non l’ho scoperto io questa mattina intanto che mi stavo radendo…

Confesso la mia provocazione… ma così facendo scopri in modo veloce e inequivocabile cose che altrimenti impiegheresti anni… intendo caratteriali, cosciente di correre un qualche rischio…

Il Forum serve anche a questo, inutile star qua a parlare del bello e del brutto tempo… meglio andare subito al sodo…
Ursula
inserito il: 11.4.2008 5:32
Io Gina ti ringrazio di cuore. Ero preoccupata e mi chiedevo: ma è mai possibile che una cosa del genere sia stata l’unica persona a notarla? Possibile che nessuno intervenga?
Piacerebbe pure a me che il dibattito assumesse un maggiore spessore e che altri si coinvolgessero. Ma coinvolgersi non significa per l’ennesima volta portare discorsi sterili, dove la donna diventa una specie di squadra di calcio, in cui ci sono quelli pro e quelli contro. Non si tratta ancora una volta di decidere se una donna ha il permesso o le capacità per ambire a certi ambiti oppure no, discorsi del genere appartengono ad ottiche patriarcali che credono di definire qual è il posto migliore dove posizionarle. Io credo che ognuno, uomo o donna, ha il diritto di fare e stare dove vuole. Mettersi a fare certi discorsi ponendosi la domanda se una donna ha ragion d’essere in politica oppure no, o se costituisce un problema per il fatto di essere donna, non è certo voler dare spazio e libertà, ma è voler catalogare, definire in base al sesso.

Voglio solo concludere dicendo che certamente, uomini e donne non sono uguali, ci mancherebbe. Evviva la differenza. A mio parere il discorso deve concentrarsi su che cosa uomini e donne hanno da portare di interessante nella società proprio partendo dalle loro specificità; quindi bando alle opposizioni e alle contrapposizioni, andiamo invece in direzione di un’integrazione e di un dialogo più aperto tra i generi. Dire che le pari opportunità sono raggiunte o giudicare femminista chi è sensibile all’argomento non porta a niente di concreto o di positivo. Dal mio punto di vista si tratta semplicemente di avere pari accesso alle risorse e questo non è ancora il caso, e a dirlo sono studi e indagini in merito, e la vita di tutti i giorni! Io voglio dire basta alla categorizzazione di genere, basta asserire esplicitamente o tra le righe che uomini e donne devono rivestire ruoli o occupare posti diversi solo in base alla propria appartenenza di genere. Ognuno, uomo o donna che sia, può portare con le proprie specificità, ricchezza in ogni ambito, nessuno precluso.

Comunque Marcello ha ammesso la sua provocazione - forse grazie all’intervento di Gina - e questo sta ad indicare che le cose che ha detto sulle donne non le pensava davvero. Ma meglio non chiederglielo, rischieremmo di continuare a oltranza… meglio rimanere nel dubbio! Anche se comunque c’è provocazione e provocazione, e questa era poco rispettosa. Ma chi non sbaglia? Io tutti i giorni. E poi è vero in un forum possono emergere i vari caratteri... ad alcuni piace esasperare le persone, e a ben vedere questo può essere uno stimolo per far nascere nuove discussioni e riflessioni.
cinzia
inserito il: 11.4.2008 22:27
Ho letto con interesse alcuni scritti, in particolare quello di Arturo e Atanasio.
Mi complimento con Atanasio per il suo scritto.
Voglio aggiungere alle parole grosse di Arturo Responsabilità Passione e Coerenza (Sincerità).
Anche nella vicina penisola ci sono le votazioni, e Berlusconi usa pure lui parolone, e promesse a non finire.
un saluto da Cinzia
VOTAZIONI COMUNALI - candidati bleniesi: fatevi conoscere!
Pagine: 1 2 3 4 5 6
©1999-2018; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch