Interview mit Christian Gianella
Medico dentista






DA ACQUAROSSA A DIESSE E POI IN CAMEROUN, L'ESPERIENZA DI UN MEDICO DENTISTA BLENIESE E DI UN PROGETTO IN AFRICA

Cosa ha spinto un dentista originario di Acquarossa a recarsi in Cameroun? E con gli strumenti di lavoro? L’ha spinto la curiosità, il desiderio di aiutare chi è nel bisogno e di imparare qualcosa di nuovo.
Christian Gianella, classe 1969, con un gruppo di persone sta portando avanti la realizzazione di uno studio dentario a nord est di Yaoundé, capitale del Cameroun.
Si tratta, questo, di un aiuto concreto ad un progetto di prevenzione della carie dentaria che ha iniziato anche nei Paesi africani a creare seri problemi di salute pubblica.

Christian è medico dentista e dal 2004 ha il suo studio a Neuchâtel.
Nato e cresciuto ad Acquarossa, ha legami stretti con la sua valle d’origine dove torna appena possibile per le vacanze con la famiglia. Da 10 anni risiede con la moglie e i due figli a Diesse, piccolo comune del Giura bernese adagiato su di un vasto altipiano ai piedi del Chasseral sopra La Neuveville.

Noi lo abbiamo incontrato negli scorsi giorni (settembre 2014) in Valle di Blenio dove trascorre un periodo di vacanza.
Con entusiasmo, ci ha raccontato del progetto e di come è arrivato… in Cameroun.

IL PROGETTO IN CAMEROUN

Nel 2001 mentre ero medico dentista assistente all’Università di Ginevra, mi feci subito partecipe di un progetto a Mfou, nel Cameroun. Si tratta di una cittadina di 15 mila abitanti situata a 35km dalla capitale Yaoundé”.
Qui il Secours Dentaire International (SDI) aveva appena aperto uno studio dentistico nell’ospedale del distretto. Va detto che la carie dentaria è un fenomeno relativamente nuovo per il Continente africano. Problema dovuto, anche laggiù, all’evoluzione delle abitudini alimentari.
Accettai quindi l’invito – continua Christian – e partii alla volta del Cameroun per avviare il programma “Prevenzione della carie dentaria” in collaborazione con l’Università di Ginevra e il Canton Giura. Nell’ottobre del 2002 passai 3 settimane in Cameroun per formare il personale di cura dell’ospedale locale e per sensibilizzare il corpo insegnante delle Scuole dell’infanzia, elementari e secondarie, nonché gli allievi e gli studenti che, a loro volta, dovevano poi trasmettere i principi di base dell’igiene dentaria ai loro compagni, attraverso il “Club salute”.
Quest’organo di trasmissione delle conoscenze fu creato in primo luogo per la prevenzione del virus HIV. Si tratta di un sistema di informazione che ha dimostrato di funzionare bene, ci conferma il medico dentista bleniese. Infatti da allora Christian ha potuto accertarsi che il programma evolve in modo positivo: “ogni anno sono tornato sul posto accompagnato da studenti in medicina dentaria dell’Università di Ginevra allo scopo di supervisionare il progetto e formare delle nuove persone, nonché per mettere in atto nuovi concetti per la sensibilizzazione sull’igiene dentale”.
In genere le cose vanno molto bene specialmente con i bambini e i giovani, molto ricettivi al tema dell’igiene della bocca. Più difficile, invece, il discorso con gli adulti che si dimostrano più “scettici e restii” a queste “pratiche venute da fuori”.

Il primo studio dentistico all’Ospedale di Mfou è molto frequentato, tanto che nel 2009 se n’è aperto uno nuovo nel distretto di Obala, presso Mfou. E ora, come detto, si progetta un terzo studio medico dentistico nell’ospedale del distretto di Soa, a nord est di Yaoundé.
L’investimento ammonta a 30 mila franchi, di cui i 2/3 sono già stati raccolti. Il progetto è supervisionato dal Canton Giura e dall’Università di Ginevra.
Lo studio sarà gestito da personale formato del posto: medici dentistici, infermiere e igieniste. Le offerte (sul conto CCP 20-33048-3; titolare: C.Gianella, 2517 Diesse; menzione Cameroun) saranno devolute interamente al progetto.

Fonte: servizio apparso sul quotidiano "laRegioneTicino" il 22 settembre 2014, Mara Zanetti Maestrani, p.11

Foto: Christian Gianella mentre istruisce la popolazione e il personale sul posto




©1999-2017; Das Bleniotal im Internet    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
Web Konzept: Cresedo Tec
Wir übernehmen keine Verantwortung für den Inhalt der Websites, die unsere "Links" vorschlagen.

Die Veröffentlichung von Informazionen, die auf diesem Site erscheinen ist nur mit Angabe der Quelle: www.vallediblenio.ch möglich.