5 domande a Aurelio Ferrari


Originario di Ludiano, ma domiciliato a Rivera. Mantiene stretti contatti con la Valle di Blenio, dove possiede anche un piccolo vigneto di cui si occupa. Hobby sviluppato dopo il pensionamento: la fotografia.
Aurelio Ferrari
6802 Rivera
email: a_ferrari@bluewin.ch
Cosa direste di voi o come vi descrivereste in un breve annuncio?
Un pensionato felice, anche se un po’ sovraccaricato da impegni che si assume volontariamente.
Qual è la cosa più importante che fa in una normale giornata lavorativa?
Parlare di giornata lavorativa a un pensionato è un po’ fuori posto. Cancello dunque la parola “lavorativa”. Da quando ho lasciato la vita normalmente chiamata “attiva”, la cosa che ritengo più importante è approfittare della vita. Lo faccio in diversi modi che posso riassumere così: faccio quello che mi piace fare, come e quando voglio. La mia vita attuale, comparata al periodo precedente il pensionamento, può dunque essere definita "diversamente attiva".
Ci racconti un bell'aneddoto della sua vita.
Di aneddoti belli nella mia vita ce ne sono stati molti. Ce ne sono stati anche di brutti, ma fortunatamente pochi. Come per tutti i papà e tutti i nonni, i momenti più indimenticabili della mia vita (anche se non possono essere considerati aneddoti originali) sono stati la nascita dei miei figli prima e dei nipotini poi.
Ci racconti una novità della Valle di Blenio che per lei è importante.
Le tre fusioni in Valle sono state un passo molto importante, ma rimangono un primo passo. Mi auspico che in un prossimo futuro i tre Comuni possano sviluppare maggiormente la collaborazione, al di sopra dei campanilismi, nell’interesse di tutta la Valle.
Se lei fosse Consigliere di Stato, che cosa farebbe per la Valle?
E' difficile dirlo. Non sono e non sarò mai Consigliere di Stato. Penso comunque che farei quello che farebbe qualunque Consigliere di Stato di origini Bleniesi, cioè avere un occhio di riguardo per la Valle e impegnarsi per sostenere quei progetti che potrebbero contribuire a portare un beneficio durevole alla Valle di Blenio.

©1999-2017; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch