Valle di Blenio: Cronaca della valle
Pizzo Rossetto (Cima della Töira)
Pizzo Rossetto (Cima della Töira)
In questo piccolo "giornalino on-line" della Valle di Blenio sono riportate le principali notizie relative all'intera Valle e/o informazioni d'importanza regionale.
Le notizie vengono regolarmente aggiornate e quelle più importanti o di maggiore interesse vengono inserite nell'Archivio.
Attualmente la nostra cronaca contiene complessivamente 1585 articoli.
Se avete delle informazioni interessanti o delle segnalazioni da comunicarci, potete farlo scrivendo all'indirizzo: cronaca@vallediblenio.ch. Le vostre proposte verranno attentamente valutate.
La ripresa e pubblicazione di articoli che appaiono in questa Sezione
è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch.


MALVAGLIA, BRONZO OLIMPICO PER JASON SOLARI 20 / 10 / 2018



Grande onore per il tiratore 18enne Jason Solari di Malvaglia (membro Tiratori della Greina) che ha ottenuto la medaglia di bronzo alle Olimpiadi della Gioventù svoltisi a Buenos Aires con un totale di 215.6 punti.

Complimenti e auguroni per il suo futuro sportivo!

Fonte: Red sito VdB

(seguirà complemento)



BELLINZONA, ONORE AI FORMAGGI BLENIESI ALLA RASSEGNA AUTUNNALE 18 / 10 / 2018



La produzione casearia dell'Alpe Pian Segno ha colpito nel segno... e al palato della giuria e del pubblico: il formaggio d'alpe del noto alpeggio bleniese, gestito dai Boggesi del Lucomagno, ha infatti vinto il primo premio nella Categoria mucca alla seguitissima Rassegna e concorso dei formaggi d'alpe svoltasi la scorsa fine di settimana a Bellinzona.

Ma non solo: anche l'Alpe Bresciana ai piedi dell'Adula è salita sul podio (formaggio misto mucca e capra) con un onorevolissimo terzo posto e pure un terzo posto (menzione) nella categoria Slow Food Ticino, formaggio misto mucca e capra!
Una menzione particolare ha ottenuto pure la formagella dell'Alpe Stgiegia (mucca e capra), mentre il formaggio della Greina, quello prodotto all'Alpe Motterascio, ha vinto il primo premio nella Categoria mucca per quel che riguarda la menzione Slow Food Ticino! Podio di Slow Food Ticino anche per il formaggio di capra dell’Alpe Pozz in Valle Malvaglia, che ha ottenuto il secondo posto in questa categoria.

Insomma, formaggi bleniesi di buona qualità hanno saputo farsi valere su una cinquantina di concorrenti da tutto il Ticino e hanno saputo convincere gli 8 membri della giuria!
Come noto, la rassegna si svolge ogni anno - questa era la 29esima edizione!! - in autunno nel caratteristico Centro storico di Bellinzona che, per l'occasione, si veste a festa per celebrare i prodotti agricoli di montagna nostrani.
E il pubblico come sempre è accorso numerosissimo, oltre 15 mila persone hanno visitato le bancarelle e assistito ai vari eventi proposti. Il pubblico ha apprezzato il poter dialogare ed intrattenersi con gli alpigiani, i casari ed i caricatori che in oltre 4 mesi di permanenza in alta montagna hanno prodotto questi ottimi formaggi.

Una rassegna importante per la Società dei Commercianti di Bellinzona il cui scopo principale è quello di organizzare eventi per far vivere il Centro storico e dar così commercio ai negozi dei propri affiliati.

Fonte: Red Sito VdB e Comunicato stampa della Società commercianti Bellinzona, resp. Massimo Gabuzzi, Bellinzona, 16 ottobre 2018.

Foto: I premiati della categoria principale Concorso Associazione ticinese assaggiatori di formaggi (ATIAF).



FIUMI BRENNO E TICINO INVASI DAL FANGO 17 / 10 / 2018



«Fiumi Brenno e Ticino: le discariche dell’energia pulita!». È uno sfogo senza mezzi termini quello di Mauro Guidali, presidente del Club pescatori a mosca Ticino.
La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata lo “spurgo breve” – così era stato annunciato dalle Officine idroelettriche di Blenio – della diga del Luzzone.
L’operazione svoltasi mercoledì scorso era necessaria per garantire la massima sicurezza dell’impianto di ritenuta, spiegavano le OFIBLE in un comunicato assicurando che la “diluizione della corrente torbida proveniente dallo scarico di fondo sarà garantita dall’apporto di acque chiare rilasciate dallo scarico intermedio della diga, così come concordato con le autorità cantonali”. Una diluizione che mirava a limitare i danni alla fauna, specie quella ittica. Senonché le verifiche effettuate nei giorni successivi lungo i due fiumi da Guidali e colleghi hanno portato all’amara constatazione del danno.
«Ecco un altro atto di violenza contro i fiumi Brenno e Ticino», denuncia il presidente del sodalizio rivolgendosi alla ‘Regione’ con tanto di foto. «Settimana scorsa – attacca Guidali – tutti i media hanno dato risalto ai bei progetti atti a migliorare il fiume Ticino, dalla nuova centrale idroelettrica del Ritom al progetto del parco fluviale Saleggi-Boschetti di Bellinzona, che mira a rinaturare alcuni tratti del principale corso d’acqua del cantone». Quasi contemporaneamente dal Luzzone scendeva la colata di fango: «Se nessuno si è accorto, i danni provocati dall’onda di fango rilasciata durante lo spurgo, sono lì nell’alveo e sugli argini dei fiumi, con centimetri di limo depositati che soffocano, per lunghi tratti e fino al Verbano, la fauna bentonica (gli organismi microinvertebrati, ndr), distruggendo l’ecosistema fluviale già messo sotto pressione dalla perdurante siccità».

Un rapporto sullo spurgo da parte dell’OFIBLE è atteso entro un mese e sarà poi valutato in seno al gruppo di lavoro spurghi che comprende addetti ai lavori e rappresentanti del DT.
Da anni, ricordiamo, le società di pesca denunciano il mancato rispetto dei deflussi minimi: «Che l’energia idroelettrica possa essere definita energia pulita, può anche darsi. Ma sicuramente non in Ticino. Dopo 30 anni di discussioni le aziende idroelettriche dovrebbero sottostare a rilasci d’acqua per garantire un deflusso minimo vitale. Peraltro il mancato turbinamento di quest’acqua verrebbe compensato dal Cantone... Malgrado ciò la battaglia legale ha avuto inizio e a farne le spese, come spesso capita, sono per ora solo i nostri fiumi».

Fonte:"laRegioneTicino", 16 ottobre 2018, MA.MO., p.10



DARIO COLOGNA A BELLINZONA GRAZIE ALLA KV+ DI DONGIO 20 / 09 / 2018



Dario Cologna ospite d'eccezione a Bellinzona il prossimo 26 settembre!
È davvero un gran bel regalo per gli sportivi ticinesi quello confezionato dalla KV+ di Dongio, tra i leader mondiali nella produzione di bastoni da sci di fondo nonché sponsor ufficiale di Dario Cologna, e dal Comitato della Claro-Pizzo, affermata corsa in salita che, unitamente al walking, è in calendario domenica 7 ottobre 2018.

Mercoledì 26 settembre, alle 20.00, il plurimedagliato campione di sci di fondo Dario Cologna, sarà ospite al Teatro Sociale di Bellinzona.
Sarà un appuntamento imperdibile, durante il quale Dario Cologna racconterà della sua carriera, dei tanti successi e delle emozioni che fa vivere ai suoi numerosi tifosi e agli appassionati di sport.
Moderatore sarà il giornalista sportivo RSI Giancarlo Dionisio, che aiuterà il pubblico a capire i segreti dei trionfi di Dario, vincitore di quattro medaglie d'oro olimpiche, quattro coppe del Mondo generali, quattro Tour de Ski e numerosi altri titoli e medaglie.

Gli organizzatori ringraziano la Citta di Bellinzona, il Patriziato di Bellinzona, Helvetia Assicurazioni (Agenzia Generale di Bellinzona) e Banca Raiffeisen per il sostegno.
L'entrata è libera, per informazioni: Organizzazione Turistica Regionale, Bellinzonese e Alto Ticino, 091 825 48 18 (lu-ve 13.30 – 17.30),

Fonte: Comunicato stampa ditta KV+ Dongio, 18.09.2018

Foto: Dario con i bastoni prodotti in Valle di Blenio




©1999-2018; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch