Valle di Blenio: Cronaca della valle
Pizzo Rossetto (Cima della Töira)
Pizzo Rossetto (Cima della Töira)
In questo piccolo "giornalino on-line" della Valle di Blenio sono riportate le principali notizie relative all'intera Valle e/o informazioni d'importanza regionale.
Le notizie vengono regolarmente aggiornate e quelle più importanti o di maggiore interesse vengono inserite nell'Archivio.
Attualmente la nostra cronaca contiene complessivamente 1573 articoli.
Se avete delle informazioni interessanti o delle segnalazioni da comunicarci, potete farlo scrivendo all'indirizzo: cronaca@vallediblenio.ch. Le vostre proposte verranno attentamente valutate.
La ripresa e pubblicazione di articoli che appaiono in questa Sezione
è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch.


GREINA TRAIL, FERVONO I PREPARATIVI PER LA PRIMA EDIZIONE 18 / 06 / 2018



Una corsa in montagna. Questa è stata l’idea di partenza e che ha preso via via più forma, diventando poi ufficialmente corsa/walking durante le riunioni che si susseguono da diversi mesi e che tengono impegnati i membri di comitato.
I preparativi fervono e nessun aspetto è da sottovalutare. Gli sponsor hanno risposto positivamente a questa idea e hanno offerto il loro sostegno. Il Comune di Blenio, la Banca Raiffeisen, il Caffè Chicco d’Oro, la ditta Comal.ch e il Patriziato di Olivone, Campo Blenio e Largario sono i principali sostenitori, tra i tanti altri, che appoggiano la manifestazione.

Il concetto è relativamente semplice: si tratta di una gara cronometrata con rifornimenti offerti in punti strategici, un villaggio gara per amici e famigliari e tanta aria fresca per gustarsi la montagna in tutte le sue sfaccettature.
Il Soprasosto accoglierà sportivi e non per dare il via a questa nuova sfida. I partecipanti avranno modo di percorrere i sentieri mozzafiato e panoramici che da Campo Blenio salgono alla Capanna Scaletta per percorrere poi l'altopiano della Greina fino alla Capanna Motterascio e per poi scendere costeggiando il Lago di Luzzone e infine giù di nuovo fino a Campo Blenio.
La maestosa Greina sarà la protagonista, oltre - ovviamente - ai partecipanti di questa giornata. I torrenti scorrono indisturbati, la tundra alpina riempie di poesia l’aria e la piana che dalla capanna Scaletta si estende per 6km fino alla capanna Motterascio regalerà agli sportivi un momento di introspezione nella calma più totale. I fiori delicati, i ruscelli, l’aria frizzante e la pace rendono quest’area unica e degna di una visita. Con questi presupposti, la giornata sarà sicuramente un successo!

Le iscrizioni, sia come volontario che come corridore/camminatore, sono aperte su www.greinatrail.ch .
Il comitato organizzatore non vede l’ora di accogliere tutti i partecipanti a Campo Blenio il 26 agosto 2018!

Fonte: Comunicato via mail del Comitato organizzatore, Beba Grob, 18 giugno 2018.



MALVAGLIA, AL VIA I LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA SULLA CANTONALE 14 / 06 / 2018


Iniziano lunedì 18 giugno i lavori di sistemazione e messa in sicurezza della fermata Orino lungo la strada cantonale che aggira l’abitato di Malvaglia.

Ne ha dato notizia lunedì 11 giugno scorso il sindaco di Serravalle Luca Bianchetti, rispondendo ad un’interpellanza inoltrata dai consiglieri Marusca Cittadini (PLR) e Antonio Salmina (PPD) volta a invitare il Municipio a monitorare la situazione lungo la cantonale, sollecitando ulteriormente il Cantone ad intervenire puntualmente.
Il sindaco ha poi precisato che anche per quanto riguarda la messa in sicurezza dell’accesso alla discarica della Legiüna, dalla strada cantonale, si stanno valutando le possibili soluzioni con i funzionari competenti.

CONSUNTIVI 2017 CHIUSI IN NERO

Durante la seduta i consiglieri, diretti dal nuovo presidente Corrado Tomyslak (UDC; subentrato ad Antonio Salmina) hanno approvato il consuntivo 2017 del Comune che ha chiuso con una maggiore entrata di oltre 154 mila franchi (8 milioni e 558 mila franchi alle entrate; 8 milioni e 403 mila franchi alle uscite). Un consuntivo che, come ha evidenziato il Municipio, pur chiudendo in nero invita a mantenere una "politica attenta alle spese", anche in vista dei prossimi importanti investimenti (rinnovo ed ampliamento della Scuola elementare e sistemazione dell’area del Boschetto).
Approvato pure un credito di 5'190'000 franchi per interventi selvicolturali nei boschi protettivi a monte di Malvaglia.
Gli interventi, che beneficeranno di importanti sussidi federali e cantonali, dureranno 10 anni. Concesso infine un credito di 170 mila franchi per l’acquisizione della superficie necessaria all’istituzione della Zona artigianale d’interesse comunale in località “Bulastro” a Malvaglia.

LASCIA IL MUNICIPALE FABRIZIO PROSPERO

Infine il municipale Fabrizio Prospero (GASVI) ha annunciato le sue dimissioni dalla carica (per motivi professionali) per la fine del mese di giugno. Gli subentrerà Lea Ferrari.

Fonte: "laRegioneTicino", 13 giugno 2018, m.z., p.9



ACQUAROSSA, UN VILLAGGIO PER COMPROVASCO 08 / 06 / 2018



Una via innovativa per realizzare un spazio abitativo rispettoso del territorio e armonioso per chi ci vive: l’ha proposta martedì sera ad Acquarossa il locale Municipio, durante una serata pubblica animata dal sindaco Odis B. De Leoni.
Si tratta di un concetto urbanistico che punta a ricreare in modo moderno lo stile di vita dei villaggi, suscitando un sentimento d’appartenenza grazie a piazzette e viuzze condivise.
Il luogo individuato per questa idea (attualmente in fase di studio di fattibilità) è un terreno di 10 mila metri quadrati nella frazione di Comprovasco; un terreno vincolato a scopi di utilità pubblica a carattere residenziale.
La proposta del Municipio, come ha spiegato il sindaco, è scaturita dopo varie constatazioni: la scarsità, in zona, di terreni edificabili in vendita, un mercato immobiliare stagnate, la bassa attrattività offerta dalle frazioni collinari e il fatto che i potenziali acquirenti non sono interessati alle abitazioni situate nei nuclei dei villaggi (sia per gli investimenti necessari per le ristrutturazioni, sia per la mancanza di parcheggi).
Da qui l’idea di coinvolgere uno studio d’architettura con lunga esperienza nell’elaborazione di concetti urbanistici (BG&P di Zurigo, rappresentato alla serata da Marco Giuliani) al fine di “mettere su carta” una prima, possibile idea.
E Marco Giuliani ha presentato la proposta di realizzazione di 9 edifici simili (“ma non uguali”, ha precisato) posizionate nel terreno in modo tale da creare tra di loro spazi comuni, piazze e zone verdi.
Ogni casa, collegata alle altre da viuzze pedonali, disporrebbe su ogni piano di 2 o 3 appartamenti di varia grandezza (dai 2½ ai 5½ locali).
I posteggi sarebbero sotterranei e per gli ospiti verrebbe creato un apposito parcheggio esterno. La costruzione delle case, di tre piani al massimo, potrà avvenire a tappe.

LE COOPERATIVE D'ABITAZIONE

Durante la serata è stato pure presentato il nuovo concetto – in Ticino ancora poco presente – di Cooperativa d’abitazione. A questo proposito, la rappresentante delle Cooperative d’abitazione svizzere (Sezione Ticino) Monique Bosco-von Allmen ha spiegato i vantaggi di questa opportunità: il fatto di “mettersi assieme” (almeno 7 comproprietari) e di poter ricevere aiuti federali e fidejussioni, non avendo la cooperativa scopi di lucro.
Attualmente in Svizzera esistono 1800 cooperative d’abitazione che coinvolgono circa 175 mila appartamenti. Questa soluzione, ha affermato Monique Bosco-von Allmen, “crea responsabilità sociale e una positiva dinamica di quartiere”.
Crediamo fermamente che Acquarossa abbia le potenzialità per favorire l’insediamento di nuovi abitanti e famiglie”, ha detto il sindaco, “e crediamo in un’edilizia di qualità”.

COMPROVASCO, NEL CUORE DELLA VALLE E DOTATO DI TUTTI I SERVIZI BASE

Comprovasco è situato a due passi dai centri scolastici (asilo, elementari e scuole medie) e dalle fermate delle Autolinee. In prossimità vi sono poi i servizi basilari come ospedale, negozi e posta, la casa anziani e l’autostrada A2 è raggiungibile in una quindicina di minuti.

I PASSI FUTURI, SE È CONFERMATO L'INTERESSE

Se questa proposta dovesse raccogliere il necessario interesse, il Municipio potrebbe perfezionare l’intenzione di acquistare il terreno e sottoporre il messaggio con la richiesta del credito al Consiglio comunale verso la fine dell’anno, e autorizzare l’eventuale procedura espropriativa. In seguito sarà a disposizione di chi vorrà edificare gli stabili abitativi.
Lo studio di fattibilità presentato è quindi il prima passo di un percorso ancora lungo.

Fonte: "laRegioneTicino", 8 giugno 2018, Mara Zanetti Maestrani, p. 11



DANGIO TORRE, PUBBLICATO IL FALLIMENTO PER LA FONDAZIONE LA FABBRICA DI CIOCCOLATO 06 / 06 / 2018


Il presidente Franco Marinotti spiega che si è trattato di un equivoco e che la fattura scoperta di 5mila franchi è stata nel frattempo pagata.

Ancora problemi per la Fondazione Fabbrica del cioccolato, che dal 2016 anima alcuni spazi dell’ex stabile Cima Norma a Dangio, in Valle di Blenio, con progetti artistici e culturali.
Dopo la polemica del mancato pagamento di artisti e dipendenti emersa la scorsa estate – situazione nel frattempo risolta grazie a un piano di rientro elaborato assieme al sindacato OCST – sul Foglio ufficiale di venerdì 1° giugno è infatti stato pubblicato il fallimento della Fondazione decretato dalla Pretura del Distretto di Blenio.
A registro di commercio la società risulta in liquidazione a partire dallo scorso 29 maggio, ma da noi contattato il presidente Franco Marinotti sostiene che si è trattato di un equivoco e guarda con fiducia al futuro. «Avevamo una fattura scoperta di 5mila franchi per una fornitura tecnica, che abbiamo subito provveduto a saldare», spiega il presidente. La fondazione si è pertanto opposta e ha chiesto la sospensione della procedura. Il fallimento è stato decretato a seguito dell’assenza di un rappresentante della fondazione all’udienza e quindi della mancanza di una prova che dimostrasse l’intenzione e la possibilità del debitore di saldare la fattura in questione. Marinotti spiega di non aver potuto rispondere al telefono per motivi personali e gli altri membri – tra cui figura anche il regista luganese Daniele Finzi Pasca – non sono riusciti a essere reperibili.

Sull’attuale situazione del centro culturale, Marinotti spiega che «le cose vanno lentamente sempre meglio», nonostante la mancanza di sostegni pubblici se non per eventi mirati. «I costi di gestione sono tutti sulle nostre spalle», spiega Marinotti, aggiungendo che ha dovuto iniziare a investire soldi di tasca propria. «Sto cercando di mantenere in piedi questo progetto a cui credo tanto», aggiunge.

Negli spazi donati dagli storici proprietari alla fondazione vi lavora al momento un solo dipendente. La continuazione o meno del suo contratto di lavoro, nonché delle attività artistiche, dipende ora dalla decisione della Camera di esecuzione fallimenti di riconoscere o meno l’effetto sospensivo del ricorso. Per la cui evasione potrebbero volerci anche alcuni mesi.

Fonte: laRegioneTicino, 6 giugno 2018, SAM / m.z, p.10



ACQUAROSSA, SI AI NUOVI SPOGLIATOI DEL CENTRO SPORTIVO 29 / 05 / 2018


Come si sta muovendo il Municipio di Acquarossa a seguito della recente notizia delle dimissioni di Fabio Mandioni da direttore del Nara?” Lo ha chiesto martedì 29 maggio scorso il consigliere comunale Mauro Tognali (Sinistra e Indip.) durante la seduta del Legislativo di Acquarossa.
Ricordiamo che gli impianti di risalita sono di proprietà del Comune. Il sindaco Odis B. de Leoni ha informato che il Municipio prevede di incontrare prossimamente la SA degli Amici del Nara (con il nuovo presidente Remo Signorelli) e l’apposita commissione Nara del Consiglio comunale per definire i passi futuri.

SI UNANIME AI NUOVI SPOGLIATOI DEL CENTRO SPORTIVO

All’unanimità, il Consiglio comunale ha approvato l’importante credito di 1,72 milioni di franchi per la costruzione dei nuovi spogliatoi e per la sistemazione esterna al Campo sportivo di Dongio. In sintesi, il progetto prevede la realizzazione di un nuovo stabile di due piani, il tutto in ossequio alle direttive in materia di edifici sportivi.
Al pianterreno sono previsti gli spogliatori, i servizi igienici, un’infermeria e uno spazio polifunzionale (sala muscolazione) che all’occasione può essere trasformato in un terzo spogliatoio.
Al piano superiore verranno invece creati lo spogliatoio per gli arbitri, una cucina-buvette, una sala riunioni, altri servizi igienici, la lavanderia, il locale tecnico (con centrale termica che servirà pure il vicino magazzino dei Pompieri e l’annessa sala multiuso) e una bella terrazza.
Il Centro sarà gestito dalle principali società sportive che ne fanno uso, ossia Blenio Calcio con una settantina di ragazzi da tutta la Valle, il Gruppo atletico di Dongio (GAD) con 54 giovani pure da tutta la Valle e la Polisportiva con oltre 120 iscritti. In totale il Centro è frequentato da circa 250 bambini, giovani e adulti per la pratica di svariate attività sportive e ricreative.
I consiglieri, diretti dalla nuova presidente Marusca Cima (PLR), hanno quindi riconosciuto l’importanza del ruolo di questa struttura per la comunità della Media Valle ma non solo.
Tolti i sussidi e i contributi previsti, al Comune resterà un importo significativo di circa 1,4 milioni franchi. In futuro il Comune si assumerà i costi di manutenzione straordinaria, mentre le società assicureranno la gestione e ne assumeranno i costi per la parte ordinaria.

CONSUNTIVO 2017 IN NERO

Nella stessa seduta è stato approvato il Consuntivo comunale del 2017 che ha chiuso con una maggiore entrata di circa 133 mila franchi (8,8 milioni alle entrate e 8,7 milioni alle uscite). Sono poi stati approvati un credito di 300 mila franchi per l’aumento del capitale azionario della Biomassa Blenio SA, un credito di 105 mila franchi per l’acquisto del terreno delle Autolinee Bleniesi (sul quale sorgerà la Centrale termica, mediante un diritto di superficie) e un credito di 190 mila franchi per la sistemazione della strada d’accesso alla Centrale e al Ristorante Rubino.

Fonte: "laRegioneTicino", 1.06.2018, Mara Zanetti Maestrani, p.9



NARA, REMO SIGNORELLI NUOVO PRESIDENTE DELLA SA 19 / 05 / 2018



Nella sua recente seduta, il Consiglio d’amministrazione (CdA) della società anonima “Amici del Nara SA” ha designato quale nuovo presidente Remo Signorelli, che già sedeva nel CdA.
Segretario sarà Matteo Baggi mentre, come noto, a completare il Consiglio d'amministrazione sono stati eletti durante la recente assemblea degli azionisti, Francesco Toschini e Andrea Bonfanti.
Quest’ultimi subentrano ai dimissionari Fabio Mandioni e Claudio Blotti.

Ora il nuovo Consiglio dovrà valutare come e in quali forme designare una persona che si occupi della direzione della stazione.

Fonte: "laRegioneTicino", 19 maggio 2018, m.z., p.9



LOTTIGNA, LA GREINA AL MUSEO DELLA VALLE DI BLENIO 23 / 04 / 2018



Grandi cambiamenti e gran movimento al Museo della Valle di Blenio di Lottigna. Dopo la nomina, negli scorsi mesi, del nuovo curatore Cristian Scapozza che è subentrato a Patrizia Pusterla-Cambin (che ha svolto questa funzione per 25 anni, subentrando a sua volta al padre), lo scorso 10 aprile l’assemblea dei soci riunitasi proprio a Lottigna ha eletto il nuovo presidente dell’associazione Museo della Valle nella persona del docente Vilmos Cancelli.
Quest’ultimo prende quindi il posto che, per oltre un trentennio (ossia dal 1987), è stato occupato da Fortunato Pezzatti, ancora prima che fosse costituita l’Associazione del Museo (Pezzatti era infatti nella Commissione musei in seno all’allora Ente turistico).
Nel pronunciare il suo discorso di commiato, Pezzatti ha brevemente ripercorso la storia della gestione del museo ricordando come, dopo la “partenza” dell’armeria che occupava un intero piano dello stabile, l’attività museale si è fatta nel tempo più variata, dinamica e certo impegnativa per l’associazione.
Dal canto suo, Pusterla ha ricordato che lo scorso anno, grazie alla mostra “Vivere la Montagna”, le visite al Museo di valle sono aumentate e si sono assestate sulle 2000 unità, oltre a 25 classi scolastiche che hanno reso visita all’esposizione. Ciò, assieme agli altri eventi di successo (tra i quali la giornata sulla patata), ha permesso all’associazione (che conta 350 soci) di chiudere i conti 2017 con un utile. Una situazione incoraggiante in vista degli importanti appuntamenti per il 2018 che, come noto, ruoterà attorno alla singolare mostra sulla Greina che verrà inaugurata il 29 aprile con la presenza del professor Michele Amadò.

LA MOSTRA SULLA GREINA, PRESTO AL VIA

Questa esposizione, che si protrarrà pure nel 2019, presenterà le mille sfaccettature dell’altipiano della Greina, grazie alle visioni degli alpigiani che l’hanno vissuta, a quelle degli scienziati ma anche degli artisti e degli alpinisti che l’hanno frequentata negli ultimi tre secoli.
Un accento particolare sarà posto proprio sulle relazioni tra la ricerca scientifica e l’arte, discipline che potrebbero apparire in antitesi ma che sulla Greina hanno trovato un forte legame nel corso del tempo.
L’assemblea ha infine eletto Fortunato Pezzatti a socio onorario.
A conclusione dei lavori assembleari, Cristian Scapozza ha poi tenuto un’interessante conferenza dal titolo “La "mia" Greina”.
Ricordiamo che l’altipiano della Greina è il tema anche della mostra di dipinti in corso alla Casa comunale di Blenio (orari d’apertura uffici) e che sabato 5 maggio alle 17 all’Atelier Titta Ratti di Malvaglia verrà inaugurata la mostra antropologica “La Greina di Bryan Cyril Thurston” alla presenza dell’autore.

Fonte: "laRegioneTicino", 16 aprile 2018, Mara Zanetti Maestrani, p. 9

Foto: la Greina lo scorso autunno, prima del lungo inverno




©1999-2018; La Valle di Blenio in rete    http://www.vallediblenio.ch    e-mail: info@vallediblenio.ch
sito creato da: Cresedo Tec
Non ci assumiamo nessuna responsabilità sul contenuto dei siti proposti nei nostri "link".

La ripresa e pubblicazione di informazioni che appaiono su questo sito è possibile solo citando la fonte: www.vallediblenio.ch